Giovane calciatore contagiato

E' ricoverato a Siena. Si sarebbe infettato transitando dalla stazione di Milano per rientrare a casa dai suoi genitori

REGGIO EMILIA – Un giovane atleta reggiano trovato positivo al Coronavirus ed ora è ricoverato in ospedale. Si tratta di un 23enne (classe 1997) calciatore che risiede fuori dalla nostra città. Non è ben chiaro dove e come abbia contratto il virus ma, secondo l’ipotesi più plausibile, l’avrebbe preso a Milano dove è transitato per ritornare a casa dai suoi genitori che risiedono ancora nel reggiano. Infatti sarebbe passato dalla stazione di Milano per cambiare treno.

Il ragazzo non avrebbe contagiato il resto della squadra, anche se per sicurezza sono stati sospesi gli allenamenti fino a quando non si sarà verificato se altri giocatori sono positivi al tampone.

L’infezione si sarebbe manifestata sabato sera, nell’hotel dove la squadra era alloggiata in vista della partita domenicale: il ragazzo aveva la febbre. Il giorno seguente non ha giocato ma è rientrato alla città sede del club con il pullman della società insieme ai compagni. Poi i suoi genitori gli hanno fatto fare il tampone ed è risultato positivo: ora si trova ricoverato a Siena.

CONTAGIATI NEL MODENESE – A Reggio sono positive al test altre due persone: un modenese che lavora a Reggio (sarebbe un caso legato al focolaio lombardo) e un reggiano di 25 anni che lavora in provincia di Modena, in un’azienda di Maranello. E’ stata l’Ausl a comunicarlo. Ieri i modenesi risultati positivi erano complessivamente 14: alcuni di loro sono legati al “paziente uno”, un manager dell’azienda Garc di Carpi.