Si presenta all’esame per la patente sostituendosi al candidato: bocciato e denunciato

Nei guai anche il vero esaminando: concorso in sostituzione di persona l’accusa mossa ai due senegalesi dai carabinieri

REGGIO EMILIA – E’ andato negli uffici della Motorizzazione Civile di Reggio Emilia per sostenere l’esame teorico per la patente. Peccato che l’abbia fatto per conto di un suo amico esibendo, all’atto dell’identificazione, i documenti d’identità di quest’ultimo che gli assomigliava molto. E’stato bocciato e denunciato dai carabinieri. Nei guai anche il vero candidato che si era affidato all’amico per superare la prova.

Due senegalesi di 34 e 25 anni, residenti a Brescello, sono stati denunciati con l’accusa di concorso in sostituzione di persona. Il loro tentativo è stato scoperto grazie a un funzionario della Motorizzazione Civile di Reggio Emilia. Il 7 gennaio scorso l’uomo ha chiesto l’intervento dei carabinieri dato che si era presentato un senegalese per sostenere l’esame di teoria per il conseguimento della patente che aveva esibito un documento d’identità riconducibile ad un’altra persona.

Sul posto sono arrivati i carabinieri che hanno accertato che il senegalese era con altri candidati all’interno della sala degli esami intento a compilare i test della prova scritta. Terminato l’esame i militari hanno verificato che, effettivamente, l’immigrato che si era presentato per l’esame era una persona diversa dall’intestatario dei documenti esibiti.

L’uomo è stato portato in caserma dove ha ammesso la sua reale identità rispondente, come poi verificato dai carabinieri a un 34enne senegalese abitante a Brescello. Si accertava che quest’ultimo era stato “ingaggiato” da un connazionale 25enne, per sostenere gli esami di teoria al suo posto. Accertati i fatti i due venivano denunciati per concorso nel reato di sostituzione di persona.