Quantcast

Reggiano muore dopo il Capodanno in Thailandia

Marco Cilloni, 52 anni, è stato trovato senza vita, stroncato probabilmente da un malore, in un residence a Phi Phi Island

REGGIO EMILIA – Un reggiano di 52 anni è stato trovato senza vita giovedì mattina in una stanza in affitto all’interno di un residence a Phi Phi Island in Thailandia. L’ipotesi più accreditata è che Marco Cilloni, “Cillo” come lo chiamavano gli amici, sia stato ucciso da un malore improvviso. Lui stesso in effetti, dopo aver trascorso la notte di Capodanno, il giorno dopo alle 8,14 sul suo profilo Facebook ha scritto: “Non mi sento per niente bene. Incominciamo l’anno così”.

I familiari che non avevano notizie di lui, che pure era sempre presente sui social, si sono preoccupati e hanno deciso di chiamarlo telefonicamente. A rispondergli è stato un poliziotto che li ha informati del decesso di Marco che è stato trovato morto dalla cameriera dell’hotel dove alloggiava, nella sua stanza, riverso a terra.

Cilloni, che era molto conosciuto a Reggio, era un grande appassionato di viaggi e di musica. Si era diplomato al liceo classico Ariosto di Reggio e poi aveva studiato Giurisprudenza, a Bologna. Insieme a un collega aveva creato una società e un sito rivolto ai praticanti avvocati, tuttora attivo, che poi è trasformato nella sua professione.

I familiari si stanno ora occupando delle pratiche per fare rientrare la salma in Italia. La polizia locale dovrà ora accertare le cause esatte del decesso che pare sia stato provocato da un malore.