Quattro Castella, borgata ostaggio del degrado foto

Una donna, la cui casa è crollata ed è inagibile, negli anni ha provocato con i suoi comportamenti, al civico 69 di via Lenin, una situazione ingestibile

QUATTRO CASTELLA (Reggio Emilia) – Una borgata che vive una situazione problematica quella al civico 69 di via Lenin a Quattro Castella. La gente che vive in quelle case deve fare fronte a una situazione di degrado provocata da una signora che, da anni, vive in condizioni disagiate in una casa inagibile il cui tetto è crollato.

La proprietà della casa è della donna e della sorella che vive altrove. La signora, che dorme in una macchina parcheggiata nel cortile perché la casa è inutilizzabile, lascia da tempo anche in uno stato di totale abbandono il cortile e alleva un numero imprecisato di gatti, galline e oche che poi vanno nei cortili dei vicini, portandosi dietro topi e ratti.

Nel 2014, su richiesta dei cittadini, ci fu un’operazione di bonifica, ma la situazione, che è nota ai servizi sociali del Comune, è tornata a peggiorare. Le amministrazioni di Tagliavini prima e di Olmi ora sembrano non essere in grado di risolvere una vicenda che è indubbiamente complicata da sbrogliare.

I residenti hanno chiesto più volte incontri per risolvere questa situazione, ma, per ora, a parte le parole spese dagli amministratori, non c’è stato nessun risultato concreto. La casa dove viveva la donna è inagibile dal 2018 dopo il crollo del tetto che, peraltro, non è ancora stato messo in sicurezza e può crollare causando danni ad altre abitazioni.

Due famiglie non possono utilizzare i loro cortili e una non può entrare nemmeno in garage. Un’altra ancora rischia gli crolli addosso qualcosa tutte le volte che entra in casa. Una terza famiglia, per tornare a casa, è costretta a passare su un’altra proprietà, senza averne diritto. Infine c’è una anziana che è malata e immobilzzata a a letto e corre il rischio di vedersi crollare addosso la casa.