Piazza Prampolini, una fiaccolata per Giulio Regeni

L'appuntamento è alle 19,30 per accendere una candela e leggere il messaggio che i genitori hanno inviato per l'occasione

REGGIO EMILIA – Il 25 gennaio 2016 il nome di Giulio Regeni si aggiungeva a quelli dei tanti egiziani e delle tante egiziane vittime di sparizione forzata. Pochi giorni dopo, il 3 febbraio, il nome del ricercatore italiano si aggiungeva al lungo elenco delle persone torturate e uccise in Egitto.

Amnesty international organizza il quarto anniversario (“e speriamo ultimo”, confidano gli organizzatori) della scomparsa di Giulio “in assenza della verità, ma allo stesso tempo siamo in attesa dei famosi ‘passi in avanti’ annunciati dai governi italiani in diverse occasioni. Per ora l’unica cosa che vediamo è la conferma dell’Egitto come partner strategico del nostro Paese”.

Oggi, sabato 25 gennaio, in oltre 80 piazze italiane (https://www.amnesty.it/4annisenzagiulio/) migliaia di luci si accenderanno per ricordare il momento esatto dell’ultimo sms inviato da Giulio Regeni. L’appuntamento a Reggio è in piazza Prampolini alle 19,30 per accendere una candela e leggere il messaggio che i genitori hanno inviato per l’occasione.