Quantcast

Migranti, il Comune proroga i corsi ex Sprar

L'amministrazione, con una recente determina dirigenziale, ha rinnovato la convenzione con la cooperativa sociale "Dimora di Abramo", gestore del servizio fino al 30 giugno

REGGIO EMILIA – Il Comune di Reggio Emilia non interrompe l’accoglienza dei migranti sul territorio. C’e’ infatti una proroga di sei mesi – dall’1 gennaio al 30 giugno prossimo – dei servizi ex Sprar (oggi Siproimi), cioe’ i percorsi per adulti cui e’ stato riconosciuto lo status di titolare di protezione internazionale (presenti sul territorio o in uscita dai Centri di accoglienza straordinari), e minori non accompagnati che non si limitano alla pura accoglienza materiale, ma a fornire strumenti per l’autonomia e l’effettiva inclusione delle persone che ne beneficiano.

L’amministrazione, con una recente determina dirigenziale, ha rinnovato la convenzione con la cooperativa sociale “Dimora di Abramo”, gestore del servizio.
La spesa complessiva prevista (con fondi del ministero) e’ di 594.000 euro di cui 206.000 per i minori e 387.000 per gli adulti. Il Comune di Reggio ha autorizzato l’anno scorso anche l’iscrizione all’anagrafe dei richiedenti asilo in attesa di responso, mentre la Prefettura, nelle more di una nuova gara per l’affidamento del servizio di accoglienza, lo ha prorogato fino alla fine di febbraio.