Mediopadana, area verde disboscata: è polemica

Il M5S va all'attacco: "Tagliati centinaia di alberi, il Comune spieghi perché". L'assessore Bonvicini: "Stiamo controllando se serviva l'autorizzazione"

REGGIO EMILIA – “Centinaia di alberi e arbusti” tagliati in questi giorni a Reggio Emilia nell’area a fianco della stazione Mediopadana in zona fiere. La denuncia, con tanto di foto scattate da Matteo Incerti, ufficio stampa del M5S alla Camera, arriva da Gianni Bertucci, consigliere comunale e candidato alle prossime elezioni regionali, che commenta: “Il tutto e’ avvenuto senza alcun cartello, senza alcuna recinzione e nulla che avvisasse delle motivazioni del taglio di centinaia di alberi e arbusti, alcuni alti diversi metri”.

Continua Bertucci: “La zona rappresentava uno dei qui piccoli polmoni verdi che non posso fare che bene alla nostra vita e comunita’” ma ora, domanda il consigliere, “ci aspettano nuove inutili colate di cemento in quell’area? Ci aspetta nuovo cemento, nonostante in zona ci siano gia’ decine di migliaia di metri cubi di zone industriali, che sono solo da recuperare e rigenerare a nuova vita?”. Per “saperne di piu’ su cosa ci aspetta, stanchi di un consumo di suolo senza senso che non puo’ andare avanti in maniera cosi’ irrazionale, presenteremo quindi un’interpellanza alla Giunta comunale”, conclude Bertucci.

Il Comune di Reggio Emilia, in seguito alla segnalazione del M5S, con Legambiente e le Guardie ecologiche volontarie (Gev) ha gia’ effettuato un sopralluogo in via Filangeri. Il taglio è avvenuto, spiega l’assessore all’Ambiente Carlotta Bonvicini, “su un’area privata, nell’ambito di una apparente operazione di pulizia”. Sul terreno, di proprieta’ di un privato, il Comune sta comunque effettuando verifiche sul tipo di piante che sono state tagliate, non avendo ricevuto alcuna richiesta di autorizzazione.

“Dal tronco stiamo cercando di capire se si e’ trattato solo di arbusti oppure anche di alberi veri e propri, per i quali era necessario essere autorizzati”, spiega l’assessore. “In quel caso gli autori dell’intervento saranno sanzionati”, aggiunge Bonvicini.

Il Comune farà ora le sue indagini, tuttavia se si osservano, come vi mostriamo nella foto, le due foto pubblicate sulla sua pagina Facebook da Ugo Pellini, membro della Consulta verde del Comune, che mostrano l’area prima del taglio (a sinistra nella foto) e le si confrontano con le immagini dopo il taglio, sembra che la vegetazione in quell’area fosse composta da alberi di una certa dimensione e non da arbusti.