Lascia in gestione il bar alla figlia 12enne e va fuori provincia: denunciata

E' successo in un esercizio dell'Appennino reggiano: una 42enne è stata denunciata e sanzionata con 4mila euro dai carabinieri

REGGIO EMILIA – Una barista 42enne è stata denunciata per aver impiegato in attività lavorativa minori di anni 15 e sanzionata con 4mila euro dai carabinieri perché faceva lavorare, in un bar dell’Appennino reggiano, in sua assenza, la figlia 12enne.

Tutto è nato da un controllo dei militari in un bar di un comune dell’Appennino reggiano. I carabinieri sono rimasti di stucco quando si sono dovuti confrontare con una ragazzina di 12 anni che stava gestendo da sola il bar e stava lavorando dietro al bancone mescita.

La madre, titolare dell’esercizio, era fuori provincia per adempiere a delle incombenze private, mentre l’unica dipendente assunta nel bar era a casa. A gestire il bar la 12enne figlia della barista che non poteva certo lavorare dato che i minori di 15 anni non possono farlo.