La Lega non passa, Bonaccini trionfa sulla Borgonzoni: +8%

Vittoria netta del governatore uscente, candidato del centrosinistra che ha ottenuto il 51,40 contro il 43,68% dell'avversaria. Il Pd è il primo partito in Regione con il 34,66% dei voti, contro il 31,93% della Lega. Batosta per il M5S, mentre Forza Italia sparisce

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Stefano Bonaccini è di nuovo governatore dell’Emilia-Romagna. La sua è una vittoria netta sulla sfidante Lucia Borgonzoni che viene superata di otto punti percentuali e di quasi 200mila voti. Il Pd è il primo partito in Regione con il 34,69% dei voti, contro il 31,95% della Lega. Batosta per il M5S, mentre Forza Italia praticamente sparisce.

A scrutinio terminato quando sono state esaminate 4.520 sezioni su 4.520 il candidato del centrosinistra si attesta al 51,42 per cento, contro il 43,63% della sua avversaria, Lucia Borgonzoni, a capo della coalizione di centrodestra. Simone Benini, candidato dei Cinque Stelle si ferma al 3,48%. Domenico Battaglia del Movimento 3 V (Vaccini vogliamo la verità) racimola uno 0,47%, Laura Bergamini del partito comunista uno 0,44%, Marta Collot di Potere al Popolo uno 0,30, Stefano Lugli dell’Altra Emilia-Romagno lo 0,26%.

Venendo ai partiti della coalizione di centrosinistra, il Pd si conferma primo in Regione con il 34,69%. La lista Bonaccini presidente prende il 5,76%, Emilia Romagna Coraggiosa il 3,77%, Europa Verde l’1,95%, +Europa-Psi-Pri l’1,53% e Volt lo 0,43%.

Passando alla coalizione di centrodestra la Lega ottiene il 31,95%, Fdi l’8,59%, Forza Italia il 2,56%, la lista Borgonzoni presidente l’1,73%, il Popolo della Famiglia Cambiamo lo 0,29%, i Giovani per l’Ambiente lo 0,28%.

Il Movimento Cinque Stelle come lista prende il 4,74% (più del 3,48% del suo candidato a dimostrazione del voto disgiunto messo in atto da molti elettori grillini verso Bonaccini).

regione

Più informazioni su