Gavassa, lavoratore in nero in una maglieria: cinese denunciata

La donna dovrà pagare anche una sanzione di 3.000 euro. Seguiranno ulteriori accertamenti

REGGIO EMILIA – Una cinese è stata denunciata dalla polizia perché impiegava, in un capannone su via Lenin (Gavassa) un immigrato cinese senza un contratto regolare. Gli agenti della squadra volante, stanotte intorno alle tre, si sono insospettiti perché hanno visto la donna entrare in un cortile di via Lenin.

Vista l’ora tarda, hanno deciso di capire meglio cosa stava accadendo. In seguito ad accertamenti la donna è risultata titolare di una ditta di maglieria nella zona. Gli agenti, accompagnati dalla donna stessa, hanno controllato il capannone e hanno trovato due uomini intenti a lavorare ai telai.

Uno di questi L.K. regolare sul territorio nazionale, non aveva un contratto regolare. La donna dovrà pagare anche una sanzione di 3.000 euro. Seguiranno ulteriori accertamenti.