Elezioni regionali, è boom: raddoppiati gli elettori rispetto al 2014

I votanti nel Reggiano si attestano sul 68% contro il 35% di cinque anni fa. Il Comune dove gli elettori si sono recati maggiormente alle urne è quello di Albinea con il 77%

REGGIO EMILIA – La nostra provincia raddoppia gli elettori alle Regionali del 2020 rispetto a quelle di fine 2014. I votanti nel Reggiano si attestano sul 68% contro il 35% di cinque anni fa. Il Comune in cui gli elettori si sono recati maggiormente alle urne è stato quello di Albinea con un percentuale del 77%.

Ore 19
Prosegue il boom di votanti alle Regionali di quest’anno. Alle 19 i reggiani che si sono recati alle urne nella nostra provincia sono stati il 58,83% (in linea con la media regionale che è appunto al 58,82%), il doppio rispetto a quelli che avevano votato nel novembre del 2014 che a quell’ora si erano fermati di poco sotto al 29,34%.

Nel Comune capoluogo sono stati il 58,20% contro il 29,49% delle scorse regionali. Il Comune con l’affluenza più alta adesso è Albinea con il 65,71% (31,4 nel 2014). Quello con l’affluenza più bassa è Boretto con il 50,13%.

Affluenza alle 12
L’affluenza delle 12 nel Comune Reggio Emilia è del 23,3% (era del 10,93% nel 2014) e in tutta la provincia è del 23,54% (10,07% il precedente). Il Comune con l’affluenza più alta è quello di Carpineti con il 28,34% (era l’11,38% cinque anni fa) e l’ente locale con quella più bassa è Gualtieri con il 19,90% (era al 9,32% nel 2014).

Il dato di Reggio Emilia è in linea con la media regionale di affluenza che si attesta al 23,44% contro il 10,77 del 2014. La provincia con l’affluenza più alta è Bologna con il 24,9%, mentre quella più bassa è a Rimini con il 19,86%.

La Rosta Nuova è il quartiere con la maggiore affluenza. Il seggio della scuola Martin Luther King ha sfiorato il 30 per cento di affluenza e il seggio di via Medaglie d’Oro della Resistenza è arrivato al 32,84%.