Elezioni Emilia-Romagna: Bonaccini avanti su Borgonzoni

In base alla terza proiezione Rai Bonaccini è al 50,2%, mentre Borgonzoni si ferma al 44,4%

REGGIO EMILIA – Secondo le proiezioni sia Swg che Opinio, il candidato governatore del centrosinistra Stefano Bonaccini è in netto vantaggio sulla leghista Lucia Borgonzoni. Terzo, staccato, il 5Stelle Simone Benini. In base alla terza proiezione Rai Bonaccini è al 50,2%, mentre Borgonzoni si ferma al 44,4%. La coalizione di centrosinistra è al 45,7%, quella di centrodestra è al 47,3%.

Il candidato Simone Benini è al 3,6% mentre il Movimento 5 Stelle è al 5,1%. Quindi il candidato presidente ha ottenuto, secondo queste proiezioni, più voti delle liste che lo sostengono. Swg per La7 dà un margine molto più ampio: assegna a Bonaccini il 51,8% dei voti e a Borgonzoni il 41,5% dei voti. Insomma, un vantaggio di quasi 10 punti.

Per quel che riguarda i partiti in base alla proiezione Swg-La7 il Pd è al 31,2% mentre la Lega è al 31%. In testa è la coalizione del centrosinistra con il 46,6%, che appoggia il candidato Stefano Bonaccini, seguita dalla coalizione di centrodestra con il 44,9%.

Quanto ai partiti per la coalizione di centrosinistra, la Lista Bonaccini presidente è al 7,4%, E.R. Coraggiosa al 4,4%, Europa Verde al 2,8%, Più Europa al 1,3% e Volt allo 0,5%.

Tra i partiti in coalizione per il centrodestra, Fratelli d’Italia è all’8,3%, Forza Italia al 2,7%, la lista Borgonzoni presidente è al 2,1%, Giovani e Ambiente allo 0,6% e il Popolo Famiglia-Cambiamo è allo 0,2%.

Il comitato Bonaccini: “Cauto ottimismo”
Deboli sorrisi, ma anche una grande tensione per i primi exit poll sull’Emilia-Romagna che danno in vantaggio Stefano Bonaccini. “Cauto ottimismo. Meglio essere li’ che dietro”, dice a caldo il coordinatore della campagna elettorale Andrea Rossi, che tra poco dovrebbe rilasciare una prima dichiarazione ufficiale. Al comitato, spostato per la serata alla Casa dei Popoli di via Cimarosa, a Casalecchio di Reno, si sono oltre a Federico Pizzarotti il segretario regionale Pd Paolo Calvano e i parlamentari Stefano Vaccari, Luca Rizzo Nervo e Marco Di Maio (Italia Viva), oltre ad esponenti delle liste che sostengono Bonaccini. Assente ancora il presidente uscente che avrebbe seguito da casa Napoli-Juventus, con la sconfitta della squadra di cui e’ tifoso.