Concerto di Capodanno, banda di giovani molesta: intervengono le forze dell’ordine

Una decina di extracomunitari, facenti parte del gruppo che da giorni sta creando problemi in centro storico, ha cercato di disturbare anche lo spettacolo di Nina Zilli

REGGIO EMILIA – Una decina di giovani extracomunitari, probabilmente facenti parte della stessa banda di egiziani che nei giorni scorsi ha dato vita a risse e rapine in centro storico, ha cercato di disturbare il concerto di Nina Zilli in piazza Martiri del 7 Luglio. Lo spettacolo, che ha visto la partecipazione di circa 3000 persone, è iniziato alle 23 ed è terminato all’una di notte.

Secondo quanto comunica la questura durante l’evento una decina di giovani ragazzi extracomunitari, tra i quali alcuni conosciuti in quanto resisi responsabili nei giorni scorsi di violente risse proprio nell’adiacente Piazza della Vittoria, ha cercato di avvicinarsi con atteggiamenti molesti all’area del concerto, con l’intento di provocare iniziative di disturbo.

Il personale delle forze di polizia in servizio ha fatto in modo che i giovani venissero allontanati e che non creassero disturbo allo svolgimento dello spettacolo. Resta il problema di questa banda di giovani egiziani che, da giorni, sta facendo scorribande in centro creando non pochi problemi all’ordine pubblico come, ad esempio, la rissa scoppiata sabato sotto l’isolato San Rocco e un altra rissa avvenuta il giorno prima in via Filippo Re.