Casello autostrada, nigeriano arrestato con un chilo di eroina

L'immigrato è stato bloccato al suo arrivo in città anche grazie al fiuto del cane antidroga Viktor della polizia locale

REGGIO EMILIA – Un nigeriano di 35 anni è stato arrestato mercoledì scorso dagli agenti della squadra mobile poco dopo il casello dell’autostrada. L’immigrato è stato bloccato al suo arrivo in città anche grazie al fiuto del cane antidroga Viktor della polizia locale. La polizia lo ha fermato per un normale controllo, ma i segni di nervosismo dell’uomo e l’abbaiare del cane hanno indotto gli agenti a perquisirlo trovandogli addosso ben 33 ovuli, contenenti eroina “Thailandese”, per un peso complessivo di grammi 561 lordi.

La perquisizione domiciliare a casa sua, in via Debeli, a Ospizio, ha permesso di trovare altri 350 grammi di eroina di varia qualità (sia c.d. “bianca” che “brown sugar”), oltre a 380 euro contanti. L’operazione ha tratto le mosse dalla attività di contrasto al traffico di droga e, in particolare, di eroina che sta, prepotentemente, facendo reingresso sul mercato cittadino veicolata, spesso, dalla criminalità di matrice nigeriana.