Casalgrande, si è dimesso l’assessore che insultò Salvini

Il sindaco Daviddi ha accettato le dimissioni di Massimo Villano: "Auspico che questo apprezzabile gesto non venga strumentalizzato da nessuna parte politica"

CASALGRANDE (Reggio Emilia) – Si e’ dimesso l’assessore di Casalgrande che nei giorni scorsi aveva insultato Matteo Salvini. Lo ha fatto sapere il sindaco della cittadina, Giuseppe Daviddi, in una nota pubblicata ieri: “Massimo Villano ha presentato le sue dimissioni dalla carica di assessore alle relazioni economiche, promozionali e manifestazioni, motivate dall’aver incautamente rivolto alcuni epiteti nei confronti del senatore Salvini al mercato di Casalgrande di giovedi’ scorso (lo aveva definito “fascista”)”.

Pur essendo “una mia prerogativa accettare o meno le dimissioni – chiarisce ancora il sindaco – come nostro costume abbiamo deciso di far esprimere il gruppo di maggioranza, che ha deciso collegialmente di accoglierle”. Ora “voglio augurarmi – auspica infine il sindaco – che questo apprezzabile gesto non venga strumentalizzato da nessuna parte politica, svilendone il profondo significato. Le deleghe dell’assessore saranno assunte ad interim dal sottoscritto, sino nuova nomina”.