Borsa rubata con dentro 1000 euro, i carabinieri la ritrovano

Un 22enne e un 25enne sono stati denunciati con l'accusa di concorso in ricettazione dopo che nella loro auto, a Rubiera, è stata trovata la borsa della donna

RUBIERA (Reggio Emilia) – Un 22enne e un 25enne sono stati denunciati con l’accusa di concorso in ricettazione dopo che nella loro auto, a Rubiera, è stata trovata una borsetta che era stata rubata, con dentro 1.000 euro in contanti, poco prima in via Ferioli, nella zona del Quinzio. Dopo appena un’ora la donna, un’impiegata 58enne, grazie ai carabinieri di Rubiera, è tornata in possesso di quanto le avevano rubato.

La borsa, con all’intero tutto quanto custodito dall’impiegata, è stata infatti trovata dentro un’auto utilizzata dai due giovani reggiani ora finiti nei guai. E’ accaduto venerdì sera poco prima delle 18 quando il comandante della stazione di Rubiera, libero dal servizio ed in compagnia della moglie, uscito dall’ufficio postale, ha visto arrivare ad alta velocità una Opel Adam con due giovani a bordo che ha parcheggiato nel piazzale dell’ufficio postale del paese.

Temendo che potesse essere compiuta una rapina, il maresciallo, rimanendo a distanza, ha chiesto l’intervento dei colleghi della stazione di Rubiera insieme a cui ha controllato l’auto. Quando sono arrivati i carabinieri i due giovani, ignorando che il comandante della stazione li aveva visti arrivare, hanno tentato di negare di essere scesi da quella auto.

Il 22enne è fuggito, ma i carabinieri lo hanno inseguito e hanno recuperato le chiavi dell’auto che il ragazzo aveva lanciato per strada. L’amico 25enne ha colto l’attimo per cercare di allontanarsi, ma è stato raggiunto e fermato dai carabinieri che lo hanno portato nei pressi dell’auto che è stata ispezionata dai militari che hanno trovato, nel tappetino del sedile anteriore lato passeggero, una borsa con dentro i documenti della 58enne, mentre nel vano porta oggetti hanno trovato 2.000 euro mille dei quali erano della donna derubata poco prima a Reggio Emilia.

Nella tasca della portiera anteriore a lato guida i carabinieri hanno trovato un paio di forbici, mentre nel bagagliaio una maschera di carnevale. La borsa con i documenti e i 1.000 euro di proprietà della 58enne sono stati restituiti alla donna, rintracciata dai carabinieri, mentre forbici maschera e il restante contante, per circa 650 euro, sono stati sequestrati. Il 25enne è stato portato in caserma dove, nel corso degli accertamenti, i militari sono riusciti a identificare anche l’amico che era fuggito. I due sono stati denunciati per concorso in ricettazione.

Sono in corso le indagini per accertare la provenienza della restante somma di danaro trovata in disponibilità dei due giovani ritenuta provento di reato e i motivi della loro presenza nei pressi dell’ufficio postale dove sono stati fermati. Ciò anche in ragione del possesso delle forbici e di una maschera trovate in loro possesso.