Rissa all’isolato San Rocco, Aragona e Melioli (Fdi): “Reggio non è sicura”

I due candidati al consiglio regionale per Fratelli d'Italia: "L'insicurezza è oramai un abitudine nella nostra città"

REGGIO EMILIA – I candidati alle elezioni regionali di Fdi, Alessandro Aragona e Lorenzo Melioli, intervengono sulla rissa scoppiata sotto l’isolato San Rocco ieri sera.

Dice Melioli: “A prescindere dall’etnia dei giovani coinvolti, quello di ieri sera è un atto grave e insopportabile. Servirebbe un maggiore controllo nella zona da parte delle forze dell’ordine. Auspichiamo pene esemplari per i protagonisti di questo episodio”.

Gli fa eco Aragona: “Un’altra rissa violentissima nel cuore del salotto reggiano di cui l’amministrazione locale tanto si vanta. Questa è l’ennesima dimostrazione che, contrariamente alla propaganda della sinistra, Reggio non è affatto una città tranquilla. Se non si pone un freno, il centro storico sarà sempre più spopolato”.

Melioli sottolinea come “abbiamo assistito ieri pomeriggio ad una orribile azione di violenza, totalmente al di fuori dello spirito natalizio che siamo abitutati a respirare in questo periodo. Bisognerebbe lavorare sulla cultura e sul rispetto delle regole”.

E conclude: “Ricordiamo inoltre che all’isolato San Rocco ci sono stati altri atti di violenza, in passato, che hanno visto coinvolta la polizia municipale che ha reagito con grande professionalità. Bisognerebbe aumentare il numero delle telecamere nell’area cittadina”.

Secondo Aragona, invece, “l’insicurezza è un’abitudine ormai in una città come Reggio Emilia dove intere zone sono ridotte a dormitori per l’illegalità, e dove gli abitanti si sono ormai rassegnati a far fronte alla delinquenza con i propri mezzi. Basti pensare che recentemente in zona stazione sono state installate persino strutture antibivaccamento”.