Quantcast

Pazienti ex Opg, nuova Rems attiva a inizio 2020

L'Ausl: "Ultimi ritocchi a sicurezza". Ospiterà trenta pazienti

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – La nuova Rems di Reggio Emilia (residenza per l’esecuzione delle misure di sicurezza) chiamata ad ospitare i pazienti dell’ex Ospedale psichiatrico giudiziario entrera’ in funzione nei primi mesi del prossimo anno. Lo conferma Gaddo Maria Grassi (foto), direttore del dipartimento di salute mentale dell’Ausl reggiana. Come spiega, infatti, “i lavori di muratura e di arredamento si sono conclusi in estate, in linea con i tempi previsti. Abbiamo proceduto alla formazione del personale.

Per l’apertura ci sono alcune correzioni da fare relative alle richieste di adeguamento (giunte da Questura e Prefettura, ndr) della sicurezza della struttura. Prevediamo pero’ di riuscire ad aprirla in pochi mesi”. Rispetto quindi “ad una possibile apertura entro la fine dell’anno (in realta’ il termine iniziale era fissato a fine 2018, ndr) ci sara’ un ritardo di pochi mesi”.

In ogni caso, sottolinea ancora Grassi, sono “aperte le Rems provvisorie di Bologna e di Parma, dalle quali verranno poi trasferiti i pazienti di Reggio Emilia, che sono quindi attualmente gia’ ospitati in strutture analoghe anche se provvisorie”. In particolare la nuova Rems di Reggio- costata circa cinque milioni- sara’ suddivisa in due moduli, uno da 10 e uno da 20 posti letto.

Gli ingressi nel primo blocco sono previsti gia’ a gennaio, mentre gli altri 20 pazienti dovrebbero essere inseriti tra febbraio e marzo. Le due strutture provvisorie oggi attive ospitano invece in totale 24 psichiatrici. Nella Rems di Reggio ci sara’ quindi anche un aumento di sei nuovi posti letto per accogliere altrettanti pazienti provenienti da tutta la regione.

Più informazioni su