Imprese, Rexnord paga due permessi in più per fare volontariato

Da novembre, quando e' partito il progetto, sono gia' oltre 40 le ore donate

Più informazioni su

CORREGGIO (Reggio Emilia) – L’azienda retribuisce ai lavoratori due giorni di permesso in piu’ all’anno se li usano per fare volontariato. Succede nei 58 stabilimenti di tutto il mondo del gruppo Rexnord, (multinazionale leader mondiale nel campo delle catene e componenti per nastri trasportatori per l’industria alimentare), compreso quello con 156 dipendenti di Correggio (Reggio Emilia).

Per le iniziative benefiche, spiega il manager risorse umane della fabbrica reggiana Cristina Bertoli “ci siamo concentrati su tre aree d’intervento: la casa-famiglia Mamma Nina di Carpi che aiuta ragazze madri e i loro bambini, la protezione civile locale e i centri di accoglienza animali (canili e gattili) di Carpi e Novellara”.

Da novembre, quando e’ partito il progetto, “sono gia’ oltre 40 le ore donate, e come prossimo passo alcuni dipendenti si stanno informando per fare corsi per assistere malati oncologici”.

Questo, conclude Bertoli, “e’ sicuramente un ottimo modo per potersi avvicinare, insieme ad altri colleghi, a questo tipo di attivita’ e, contemporaneamente, essere d’aiuto a chi versa in condizioni di difficolta’, dando, nel nostro piccolo un contributo anche a livello di responsabilita’ sociale di impresa”.

Più informazioni su