Quantcast

Imprese, aspettando la botta della Brexit cresce l’export in UK

Sale del 9 per cento: ma il 5 per cento delle imprese teme un contraccolpo nei prossimi mesi

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Mentre aspettano il contraccolpo della Brexit, le imprese di Reggio Emilia incassano un aumento dell’export verso il Regno Unito. Il valore delle merci reggiane portate sul mercato britannico, in particolare, ha raggiunto nei primi mesi del 2019 il valore di 640 milioni, in aumento di quasi nove punti percentuali rispetto allo stesso periodo del 2018.

Il Regno Unito, evidenzia l’ufficio Studi della Camera di commercio reggiana, e’ il quarto acquirente dei prodotti provinciali, cubando il 7,2% dell’intero valore degli scambi reggiani con l’estero (quasi 8,1 miliardi).

Nello specifico le esportazioni reggiane oltremanica sono state trainate innanzitutto dal sistema moda che ha segnato nel 2019 un piu’ 24,7%, raggiungendo i 220,4 milioni. A seguire, per importanza, il comparto della metalmeccanica con 189,3 milioni, l’agroalimentare con 83,5 milioni e la ceramica con 34,4 milioni di euro.

Gli scambi con il Regno Unito appaiono vivaci anche sul versante delle importazioni, tanto che in provincia sono giunti prodotti britannici per un valore di poco al di sotto dei 59 milioni. Tuttavia circa un terzo delle imprese reggiane che esportano abitualmente ritiene che l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea comportera’ delle conseguenze anche se limitate, e il 5% nutre preoccupazioni ancora maggiori.

Più informazioni su