Energia pulita, progetto Ue: la Kaitek fra le aziende coinvolte

Creare un ecosistema sostenibile e innovativo per le batterie in Europa: è questa la sfida che coinvolge l’impresa reggiana

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Creare un ecosistema sostenibile e innovativo per le batterie in Europa: è questa la sfida che coinvolge l’impresa reggiana Kaitek Flash Battery, impegnata in un pool che raggruppa le 17 aziende europee leader di settore e le autorità nazionali di 7 Paesi, per realizzare una catena di valore sulle batterie al litio, pienamente integrata nell’UE, che produrrà materie prime, celle, moduli e sistemi di batterie su larga scala.

Il ruolo di primo piano dell’azienda reggiana guidata da Marco Righi (che è presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Unindustria Reggio Emilia) è stato sancito dall’approvazione, da parte della Commissione europea e ai sensi delle norme dell’UE sugli aiuti di Stato, un importante progetto di comune interesse europeo (“IPCEI”), notificato congiuntamente da Belgio, Finlandia, Francia, Germania, Italia, Polonia e Svezia per sostenere la ricerca e l’innovazione nel settore prioritario comune europeo delle batterie.

L’obiettivo del progetto è quello di sviluppare tecnologie avanzate e dirompenti nel settore delle batterie agli ioni di litio che soddisfino obiettivi di costo, prestazioni e sicurezza attualmente non disponibili.

“Siamo onorati e orgogliosi – sottolinea Marco Righi, CEO di Kaitek Flash Battery, leader nazionale nella produzione di batterie al litio per macchine industriali e veicoli elettrici – di partecipare a questo progetto di ricerca nel quale riconosciamo i nostri valori dell’innovazione e della sostenibilità. L’innovazione per noi di Flash Battery è un approccio che interessa tutta l’azienda: sappiamo di non avere tutte le risposte ma le cerchiamo ogni giorno, collaborando con aziende e organizzazioni per creare valore per le persone e le comunità in cui operiamo.“

Dando il via libera al progetto integrato sulle batterie, la UE vuole facilitare la transizione dai combustibili fossili verso un’energia più pulita, nel rispetto degli impegni assunti dalla stessa Unione europea nell’accordo di Parigi.

“Il tema dell’energia e delle fonti rinnovabili”, sottolinea Righi, “è centrale nella nostra missione di realizzare batterie innovative e uno dei valori fondanti la nostra attività quotidiana. Con i nostri prodotti, che trovano impiego, in particolare, su veicoli elettrici per la logistica e per l’industria, ci prendiamo cura dell’ambiente.”

Kaitek Flash Battery tra l’altro, si sta preparando per sostenere la domanda di batterie al litio di nuova generazione; “una notevole opportunità – sottolinea Righi – per la crescita economica, la creazione di posti di lavoro e lo sviluppo tecnologico”.

Obiettivi, questi, che l’azienda reggiana sta perseguendo con rilevanti investimenti anche in strutture. Nella primavera del prossimo anno, infatti, l’azienda (13,2 milioni di fatturato nel 2018, 51 dipendenti con un’età media di 33 anni, rapporti commerciali con 54 Paesi) inaugurerà il nuovo stabilimento in corso di realizzazione a Sant’Ilario d’Enza, su un’area di 20.000 metri quadrati, con 1.500 mq di uffici e 3.200 di area produttiva e possibilità di espansione per ulteriori 5.000 mq.

Più informazioni su