Castellarano, sputi e minacce al bar: arrestato

Resistenza, violenza lesioni a pubblico ufficiale sono le accuse mosse a un operaio 45enne reggiano

CASTELLARANO (Reggio Emilia) – Un operaio 45enne reggiano è stato arrestato per resistenza, violenza e lesioni pubblico ufficiale dopo che sabato sera aveva dato in escandescenze in un bar di Castellarano. L’uomo aveva iniziato a sputare contro gli avventori e a minacciarli. Poi, quando i carabinieri erano arrivati sul posto, li aveva aggrediti. Questa mattina l’uomo comparirà, per la convalida dell’arresto, davanti al tribunale di Reggio Emilia.

La vicenda si è sviluppata in due momenti. Il primo quando l’uomo, completamente ubriaco, ha iniziato a minacciare gratuitamente i clienti di un bar di Castellarano e a sputargli contro. Poi quando una pattuglia della stazione di Baiso, poco dopo le 22.30, è intervenuta nel bar per cercare di portare alla calma l’uomo.

L’operaio, quando li ha visti, ha sputato pure contro di loro e li ha minacciati di morte. Inoltre ha cercato di colpire con una testata un carabiniere senza riuscirci, grazie alla reazione del militare che ha schivato il colpo, ma è riuscito a colpire con uno schiaffo un altro militare. I carabinieri, solo con la forza, sono riusciti ad avere la meglio sul 45enne che è stato portato in caserma. Sia durante il tragitto verso la caserma che all’interno degli uffici l’uomo ha continuato a sputare e minacciare di morte i militari.

Uno dei carabinieri, colpito dall’uomo, è dovuto andare al pronto soccorso da cui è stato dimesso con una prognosi di 5 giorni.