Brescello, stana il marito con la mannaia e lo ferisce

Lui l'ha accusata di "stare sempre al cellulare e di non fare le faccende domestiche" e lei ha cercato di sfondare la porta

BRESCELLO (Reggio Emilia) – Era iniziata come “una banale lite per futili motivi”, poi e’ degenerata in “una vera e propria colluttazione”, in cui una donna ha prima ‘stanato’ il marito, che si era chiuso in camera, con una mannaia, e poi lo ha ferito a una mano con un coltello. E a causa di questo episodio, avvenuto nel tardo pomeriggio di sabato a Brescello, entrambi sono stati denunciati dai carabinieri della stazione locale: per l’uomo, un 38enne, l’accusa e’ di maltrattamenti in famiglia, mentre la moglie, una casalinga 26enne, si e’ presa una denuncia per lesioni personali.

Secondo quanto ricostruito dai militari, i due “si trovavano in casa”, e a un certo punto l’uomo ha rimproverato la moglie, accusandola di “stare sempre al cellulare e di non fare le faccende domestiche”. Al termine della sfuriata, il 38enne si e’ chiuso in camera, dove “e’ stato raggiunto dalla moglie che, armata di una mannaia, ha sferrato alcuni colpi alla porta per farla aprire”. Il marito, alla fine, ha aperto la porta, e li’ e’ scattata la colluttazione tra i due.

La donna, armata di coltello, “e’ finita a terra”, mentre l’uomo, durante lo scontro, si e’ ferito alla mano, andando poi in ospedale per farsi curare e venendo poi dimesso con una prognosi di 10 giorni. Mentre il 38enne era in ospedale, sul posto sono arrivati i carabinieri che, una volta ricostruito l’accaduto, hanno denunciato i due coniugi.

Mannaia e coltello sono stati sequestrati, mentre nei confronti del marito il pm ha disposto, al termine delle formalita’ di rito, l’allontanamento da casa in via precauzionale.