Botti di Capodanno, arriva la bomba “Quota 100”

E' un petardo che può contenere fino a 800 grammi di miscuglio esplosivo

REGGIO EMILIA – Come ogni anno, la fine del mese di dicembre è il periodo dell’acquisto ed utilizzo più frequente dei fuochi d’artificio e come sempre la cronaca riporta incidenti, anche mortali, e sequestri ingenti di ”botti illegali” in varie parti d’Italia.

La new entry di quest’anno è ‘Quota 100’, come la misura della pensione anticipata varata dal governo. Nuovo nome per adeguarsi all’attualità, e con un potenziale distruttivo sempre più grande dato che questo petardo può contenere sino a 800 grammi di miscuglio esplosivo.

Questo il nuovo botto, ovviamente illegale, che si sta diffondendo sul mercato parallelo dei fuochi d’artificio per Capodanno che altro non è che la riproposizione dei consueti e pericolosissimi ordigni che ogni anno vengono ribattezzati seguendo la cronaca e l’attualità del momento, come lo storico ‘Pallone di Maradona’ o la ‘Bomba Bin Laden’ passando per quelle più recenti ribattezzate Kim ‘o coreano’ o Danald Trump.

Per questo, come sempre, in prossimità delle festività di fine anno il comando provinciale dei carabinieri di Reggio Emilia promuove la campagna di sensibilizzazione “Usa la testa non rovinarti la festa”, rivolta soprattutto ai giovani, per educarli al corretto uso dei fuochi pirotecnici legali e disincentivare l’acquisto dei pericolosissimi fuochi illegali, che spesso provocano tante vittime, specie nei giovani in età adolescenziale.

”La battaglia – precisano dal Comando provinciale dei carabinieri di Reggio Emilia – potrà essere vinta se si riuscirà a far comprendere, soprattutto ai giovani, che il problema è essenzialmente culturale. In questi casi, quasi sempre gli incidenti sono dovuti a disattenzione e non a fatalità”.