Accordo per smaltire il patteggiamento penale

Tribunale, procura e avvocati firmano il nuovo protocollo

REGGIO EMILIA – Snellire le procedure in materia di patteggiamento penale e’ l’obiettivo del nuovo accordo tra Tribunale, Procura e Avvocati di Reggio Emilia. L’accordo, entrato in vigore immediatamente, prevede dei meccanismi automatici per la procedura del patteggiamento penale.

In particolare, il protocollo prevede ora delle modalita’ uniformi per farne la necessaria richiesta al pubblico ministero e anche quelle di risposta di consenso o dissenso da parte dello stesso pm. Vengono chiarite anche le procedure in caso di consenso espresso nei giorni prima dell’udienza, nel caso in cui la richiesta di patteggiamento venga fatta durante l’udienza stessa o in procedimenti specifici o particolari.

L’accordo e’ stato sottoscritto oggi nel Tribunale di Reggio Emilia da Cristina Beretti, presidentessa del Tribunale, Marco Mescolini, procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Emilia, Celestina Tinelli, presidente dell’Ordine degli Avvocati reggiani e Angelo Russo, presidente della Camera Penale di Reggio Emilia “Giulio Bigi”.

I presenti volevano dare corretta applicazione al decreto legislativo 116 del 2017 che ha riformato le competenze della magistratura onoraria. Come spiega Tinelli, la facolta’ dei viceprocuratori onorari di decidere in materia di patteggiamento, deve essere esercitata in modo che sia “un dato di certezza che favorisca da un lato l’attivita’ degli avvocati, dando loro regole certe di ingaggio ed un interlocutore preciso e tempi certi, dall’altro consenta un migliore e piu’ fluido svolgimento delle udienze penali, in particolare per l’udienza davanti al Tribunale in composizione monocratica e l’udienza preliminare”.