Stazione, spacciatore nigeriano arrestato con un chilo di marijuana

E' il 29esimo giovane pusher arrestato quest'anno mentre scende da un convoglio in una delle due stazioni reggiane. Vengono quasi tutti dal Delta State

REGGIO EMILIA – Uno spacciatore nigeriano 27enne, Clement Esezebor, è stato arrestato oggi dalla squadra mobile in stazione, mentre scendeva da un treno regionale proveniente da Bologna, con uno zaino con dentro un chilo e 200 grammi di marijuana. Il giovane è stato processato oggi per direttissima.

L’arresto è il ventinovesimo, operato dalla sola Squadra Mobile, a carico di giovanissimi pusher di nazionalità nigeriana (tre loro anche tre donne corriere) nel 2019. Agli arrestati, tutti gravitanti in area stazione storica o stazione AV, complessivamente, sono stati sequestrati 14 chili e mezzo di stupefacente, per lo più marijuana, e ottomila novecento euro.

L’età media degli arrestati è bassissima (generalmente al di sotto dei trent’anni) e la provenienza, di regola, dall’area del cosiddetto Delta State. Alcuni degli arrestati erano domiciliati a Reggio Emilia altri in altre città del nord Italia. Per tutti coloro che avevano un titolo di soggiorno valido sono state avviate le procedure finalizzate alla revoca.

L’attività di contrasto pare confermare il tentativo di radicamento, graduale, della criminalità di matrice nigeriana nell’area di Reggio Emilia ed il tentativo di inserirsi nello spaccio di marijuana, cocaina ed eroina.