Sekem, agricoltura nel deserto: la coop egizia a La Collina

L’incontro pubblico inizierà alle 10,30 di domenica e si concluderà alle 12,30 con il pranzo

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Un territorio deserto e arido, lacerato dai conflitti religiosi e culturali, è divenuto una terra fertile, sulla quale sono insediate 85 aziende agricole biodinamiche per un totale di 20.000 ettari di terreno e 2.000 lavoratori impiegati; a tutto questo si affianca la nuova Heliopolis University, che ospita 2700 studenti, dove scienza, arte e cultura si integrano.

Questa sorprendente realtà, collocata alle porte di una città complessa come Il Cairo, sarà protagonista dell’incontro che si terrà domenica 17 novembre, a partire dalle 10,30, alla cooperativa agricola La Collina, accomunata all’esperienza egiziana (denominata Sekem) sia dai principi solidaristici ed educativi che la ispirano che dai metodi di coltivazione biodinamici.

All’incontro saranno presenti il responsabile di Sekem, Halmy Aboulwish (figlio del fondatore Ibrahim) e Fabio Brescacin, presidente di EcorNaturaSì, il circuito di cui La Collina fa parte. “Lavorare insieme per la salute della terra e la salute delle persone – afferma Brescacin – accomuna l’esperienza di EcorNaturaSì e quella di Sekem, ed è per questo che stiamo lavorando per avere nei nostri negozi i prodotti del loro lavoro, che rappresentano autentici esempi di speranza e di riscatto”.

L’incontro pubblico, come si è detto, inizierà alle 10,30 e si concluderà alle 12,30 con il pranzo. Iscrizioni e prenotazioni: ilariaiandantisi.it; tel. 3357434964

Più informazioni su