Segre, i pensionati: “Le si dia il Primo Tricolore”

E il disegnatore reggiano Moretti le dedica un ritratto

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Solidarieta’ a Liliana Segre (e la proposta di consegnarle il “Primo tricolore”) arriva dai sindacati dei pensionati di Cisl, Cgil e Uil di Reggio Emilia, riuniti ieri in assemblea a Castelnovo Monti in previsione della manifestazione nazionale del 16 novembre.

Segre, “gia’ vittima della Shoah a soli 14 anni, ora si trova costretta a muoversi protetta da scorta a 89 anni, complici di intollerabili rigurgiti neofascisti. Eppure l’istituzione da lei proposta di una Commissione contro l’odio e’ alla base di una societa’ civile che, ha nei suoi valori fondati, la liberta’ unita all’uguaglianza e al rispetto della persona. Sono i valori della nostra Costituzione”.

Per questo, aggiungono i sindacalisti Matteo Alberini (Spi Cgil Reggio, Adelmo Lasagni (Fnp Cisl Emilia Centrale) e Ferdinando Guidetti, (Uilp Modena e Reggio) “proponiamo al Comitato primo tricolore e al sindaco Luca Vecchi che, il prossimo 7 gennaio, nella 222esima ricorrenza della nascita della bandiera italiana, la cittadinanza reggiana consegni a Liliana il Primo Tricolore per il suo impegno per la pace e la lotta a ogni discriminazione”.

Quello, aggiungono, “sara’ anche il tricolore di tutti noi pensionati”. Intanto proprio in queste ore il noto disegnatore reggiano Mauro Moretti ha dedicato alla senatrice un ritratto con il tricolore sullo sfondo.

Più informazioni su