Reggiana, di nuovo una vittoria in zona Cesarini: 2-1

All’autogol di Espeche risponde Marchi e poi un boato accompagna l’esplosività di Kargbo. Granata terzi a tre punti dal Vicenza

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – La Reggiana agguanta, di nuovo, nel proprio tempio una vittoria all’ultimo respiro. All’autogol di Espeche risponde Marchi e poi un boato accompagna l’esplosività di Kargbo. In conferenza stampa Alvini sottolinea di essere fiero dei suoi ragazzi. Sguardo alla classifica: L.R. Vicenza 33, Sudtirol 32, Reggiana 30.

Primo tempo
La Reggiana si presenta sul terreno di gioco vestendo la bianca t-shirt raffigurante nella parte frontale la “V” tricolore, dal canto suo la Vis Pesaro si tinge di blu. La compagine ospite fallisce più volte il tentativo di sorprendere la retroguardia granata. Costa, da calcio piazzato, lambisce il legno. Marchi, su invito di Zanini, colpisce di testa; la traiettoria è centrale e non impensierisce Bianchini.

Sullo scoccare del ventunesimo minuto Pannittieri impatta la sfera la quale, complice una sfortunata deviazione di piede da parte di Espeche, carambola alle spalle di Narduzzo esente da colpe. Gli uomini di mister Alvini faticano a trovare varchi per colpire il diretto avversario. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo Rozzio viene spinto in piena area di rigore, il tutto sembra presagire al penalty, ma secondo il direttore di gara non vi sono gli estremi per assegnare il tiro dal dischetto.

Nelle battute finali del primo atto vi è spazio per assistere a un intervento goffo da parte di un difensore marchigiano, palla che impatta sul corpo di Staiti per poi spegnersi sul fondo. Da annotare la conclusione di Kirwan soffiare la traversa.

Secondo tempo
Il popolo reggiano borbotta dal momento che i propri beniamini commettono qualche errore di troppo in fase di disimpegno. Nel momento in cui le battute scandite dal metronomo sembrano rallentare, ad accelerare il battito cardiaco di “Teste Quadre” e “Gruppo Vandelli” provvede Marchi pareggiando i conti con un’impeccabile capocciata: da applausi il suggerimento di tacco di Espeche. La Reggiana si carica di cotanta energia tanto da bissare il risultato: Kargbo spicca il volo e sfonda la rete. Una vittoria di carattere volta a sogni di gloria.

Il tabellino

REGGIANA – VIS PESARO: 2 – 1

Marcatori: 21’ Espeche (autorete), 73’ Marchi (R), 91’ Kargbo (R).

REGGIANA (3-4-1-2) : Narduzzo; Rozzio, Rossi, Zanini (dal 46’ Kargbo); Espeche, Favale (dal 67’ Brodic), Costa, Varone (dal 87’ Libutti); Staiti (dal 78’ Radrezza); Marchi, Kirwan. A disposizione: Haruna, Iaquinta, Martinelli, Muro, Santovito, Voltolini. Allenatore: Alvini.

VIS PESARO (3-5-2): Bianchini; Gabbani, Gianola, Paoli; Pannitteri (dal 78’ Campeol), Voltan, Grandolfo (dal 67’ Tascini), Pedrelli, Gennari; Farabegoli, Ejjaki (dal 83’ Tessiore). A disposizione: Adorni, Botta, Di Nardo, Golubovic, Gomes Ricciulli, Lelj, Malec, Romei. Allenatore: Pavan.

Arbitro: Mario Saia sez. di Palermo (Gabriele Bertelli sez. di Busto Arsizio, Fabrizio Giorgi sez. di Legnano).

Note – Ammoniti: Gennari, Bianchini, Staiti, Rozzio, Grandolfo, Varone. Angoli: 8 – 2. Recupero: 2’ pt. – 5’ st.

Più informazioni su