Recupero Imu evasa, gettito di 2,3 milioni in più per il Comune

Male invece la lotta all'evasione fiscale che segna un -124mila euro rispetto alle previsioni

REGGIO EMILIA – Il contrasto all’evasione dell’Imu versa nelle casse del Comune di Reggio Emilia un gettito di 2,3 milioni, superiore rispetto alle previsioni, per un introito totale di 7,5 milioni. Male invece la lotta agli evasori del fisco: la quantificazione definitiva dell’Agenzia delle entrate, in merito alle riscossioni avvenute nel 2018, e versate al Comune in settembre, si attesta a 124.000 euro, in diminuzione rispetto alle previsioni iniziali.

Sono alcuni dei dati in rilevo nell’ultima variazione al bilancio 2019 dell’ente, presentata questa sera in commissione in municipio. Una “manovra” che stabilizza il volume complessivo del bilancio comunale di quest’anno in circa 330 milioni di cui 186,4 milioni per spese correnti. Vengono poi recepiti o rimodulati contributi, sponsorizzazioni e entrate da altri enti destinati a specifiche finalita’, con corrispondente adeguamento della spesa.

Secondo l’assessore al Bilancio Daniele Marchi la variazione quindi “conferma complessivamente la validita’ della programmazione e l’attendibilita’ delle previsioni”. Tra gli altri aspetti l’esponente della giunta segnala il risparmio di un milione e mezzo sulla spesa corrente, in particolare per il funzionamento della “macchina comunale”, e alcune integrazioni di spesa per Welfare e Cultura. Sempre in tema di spesa corrente la quota residua di avanzo disponibile del 2018 che viene applicata e’ di 817.000 euro.

Le multe al codice della strada registrano un aumento di 600.000 euro sulle previsioni. Per quanto riguarda il welfare, i cui costi aumentano, vengono invece versati 715.000 euro per adeguare il contratto di servizio tra il Comune e l’Azienda speciale Farmacie comunali riunite che stabilisce la soglia di 10 milioni di euro come spesa per servizi sociali, assistenziali ed educativi comunali coperta dall’azienda speciale con entrate proprie (qualora tale soglia sia superata il Comune interviene con l’adeguamento necessario, ndr).

Passando agli investimenti la voce principale riguarda i 624.000 euro per interventi di Acer sul patrimonio immobiliare pubblico, mentre nell’elenco delle opere previste nel triennio restano iscritte la nuova sede della Polizia locale in zona stazione, la tangenziale di Fogliano Due Maesta’ e la riqualificazione di piazza San Prospero.