Piena del Po, evacuata Ghiarole: scuole chiuse domani a Brescello

Il colmo arriverà questa notte: previsto un livello di 8-8,5 metri. Nel pomeriggio alle 17 saranno chiusi i ponti di Viadana e Guastalla

BRESCELLO (Reggio Emilia) – I cittadini di Ghiarole, frazione di Brescello, una ottantina di famiglie in tutto (218 persone), saranno evacuati in giornata in seguito alla piena del Po (nella foto la piena del Po a Lentigione). Lo comunica il sindaco Elena Benassi che aggiunge, in un post su Facebook, che ieri sera si è tenuto incontro con i residenti della frazione di Ghiarole durante il quale è stata illustrata la situazione, la previsione, le procedure e le tempistiche per l’evacuazione.

Alle 12 l’idrometro di Boretto registrava 7,2 metri. Al raggiungimento dei 7,50 metri (è prevista una piena come nel 2014 sugli 8-8,5 metri), il sindaco emetterà l’ordinanza di evacuazione e sgombero della golena di Ghiarole. Scrive la Benassi: “Ieri in tarda serata convocata d’urgenza in sede di Coordinamento Provinciale per un nuovo aggiornamento sulle previsioni. Si è deciso di anticipare i tempi in funzione dell’arrivo del colmo di piena nella prossima notte”.

Dalle 8.30 di questa l’amministrazione comunale è operativa per il censimento dei residenti presso l’Osteria la Golena (Ghiarole). Molti cittadini sono restii e non vorrebbero muoversi, ma come ha spiegato il primo cittadino nell’incontro pubblico, questa è la procedura che scatta in queste condizioni di piena, per ragioni precauzionali.

Questa mattina alle 12 è stato avviato il censimento nella frazione per capire quante persone potranno contare su sistemazioni alternative – presso familiari o altre abitazioni proprie in altri luoghi – e quanti invece avranno bisogno di un alloggio. Per questa evenienza è stato messo a disposizione il centro polivalente di Villarotta di Luzzara, che potrà contenere sino a 400 posti, mentre qualche posto sarà disponibile anche nella casa residenza anziani di Brescello. Saranno qualche decina i residenti che andranno lì, perché la maggior parta ha già detto che passerà la notte da parenti e conoscenti.

Sarà una piena lenta che durerà 12-14 ore. I ponti fra Boretto e Viadana e fra Guastalla e Dosolo e il tratto arginale della Sps62R saranno chiusi nel pomeriggio alle 17. Sempre alle 17 sarà chiusa la statale della Cisa (argine maestro) tra Luzzara e Brescello. Il sindaco di Brescello comunica anche che tutte le scuole del Comune, di ogni ordine e grado, saranno chiuse mercoledì. Resteranno invece aperte negli altri Comuni rivieraschi.

Il taglio dell’argine Lorenzini-Fiamminghi a Luzzara
argine

Secondo le previsioni il colmo della piena sarà raggiunto nella giornata di domani e solo da giovedì dovrebbe scendere sotto i livelli di guardia consentendo il ripristino della viabilità ordinaria. A Luzzara si sta allagando la cosiddetta golena chiusa, questa mattina si è proceduto al taglio dell’argine Lorenzini-Fiamminghi. Non è una piena preoccupante, ma che comporta comunque una serie di attività di monitoraggio e gestione dell’arrivo e del deflusso dell’acqua.

Il sindaco di Boretto ha disposto la totale chiusura delle attività produttive, i negozi e le strutture turistiche presenti nell’aria Lido Po e ha provveduto a interdire anche – vista l’aumento della quota del fiume – gli impianti di 2 aziende che estraggono ghiaia dal fiume.