Parco Acque Chiare, tutti a piantare alberi

Domenica mattina saranno messe a dimora oltre mille piante. La giornata sarà inoltre animata da una biciclettata e dalla camminata con gli asini di AsinoMondo

REGGIO EMILIA – Domenica il verde di Reggio Emilia aumentera’ con la messa a dimora di 1.065 nuovi alberi messi a disposizione dalla Regione. Promossa dal Comune su un’idea lanciata nel 2015 dal Movimento 5 stelle, si svolge infatti per il quinto anno consecutivo la manifestazione “Alberi per il futuro”, iniziativa di forestazione urbana partecipata aperta a tutti i cittadini che interessa quest’anno circa 70.000 metri quadri nel parco delle Acque chiare.

L’iniziativa era prevista lo scorso 17 novembre ed era stata rinviata a causa di maltempo. L’obiettivo del Piano, che è a sua volta parte di un sistema di strategie e interventi per la sostenibilità e l’ambiente, è di mettere a dimora 50.000 piante in 5 anni per la mitigazione della Co2 e delle isole di calore e per andare incontro alle esigenze dei cittadini sulla mancanza di zone d’ombra nei parchi, migliorandone così la fruibilità.

Dunque, 1.065 nuove essenze arbustive saranno messe a dimora al parco pubblico delle Acque Chiare domenica 1 dicembre, durante un evento di piantumazione collettiva, promosso dall’Amministrazione comunale e dal Centro di educazione ambientale (Ceas), di cui fanno parte Legambiente e Wwf, con la collaborazione di volontari, associazioni e cittadini. Lo spirito della giornata è quello di un evento collettivo aperto alla cittadinanza tutta, in cui unire gli sforzi per aggiungere assieme un nuovo tassello al Piano di forestazione urbana promosso dal Comune.

Chi desidera partecipare alla piantumazione – e tutti sono invitati a farlo – può presentarsi direttamente in loco – muniti di guanti e stivali – domenica 1 dicembre dalle 9.30 al parco delle Acque chiare con ingresso (per chi arriva a piedi o in bicicletta) in via Cugini presso la casa colonica – orto di Gabrina e (per chi arriva in auto) in via Stevenson – De Foe. Le attrezzature necessarie per la piantumazione saranno messe a disposizione sul posto. E’ possibile ottenere informazioni al numero 0522/585165 o all’indirizzo email infoambiente@comune.re.it.

Per l’occasione Tuttinbici- associazione Fiab di Reggio Emilia organizza una biciclettata, con partenza dalle 9 in piazza Prampolini, per percorrere in maniera sostenibile i pochi chilometri che separano il centro dal parco delle Acque chiare. Asinomondo – il mondo degli Asini di Reggio Emilia organizza invece una camminata con partenza dal parco del Mauriziano alle 9 che raggiungerà il luogo della piantumazione percorrendo il sentiero del Rodano. Saranno presenti due asinelli che contribuiranno al trasporto di piante, materiali e di due querce che sono parte del semenzaio pubblico della fattoria di animazione ambientale del parco del Mauriziano.

L’intervento di domenica si svolge in concomitanza con una delle Domeniche ecologiche, parte del piano “Domeniche per il Futuro” che raccoglierà tanti altri eventi da qui a marzo. Nell’area prevista per la piantumazione, che si estende per un’ampiezza di circa 70mila metri quadrati a sud del parco, saranno messe a dimora 1.065 piante forestali appartenenti alle seguenti specie autoctone: Alberi: Tiglio, Frassino orniello, Frassini ossifillo, Querce, Acero campestre, Carpino, Prunus avium (Ciliegio selvatico), Malus sylvestris (Melo selvatico). Siepe: Corilus avellana (nocciolo), Ligustro, Cornus sanguinea (sanguinella), Sambucus nigra (sambuco nero).

L’intervento di piantumazione vede la partecipazione di una serie di diversi soggetti e associazioni ai quali va un particolare ringraziamento, tra cui Legambiente per il supporto durante i lavori di piantumazione; Remida per la realizzazione di etichette speciali provenienti da materiali “salvati” che daranno l’opportunità ai partecipanti di apporre un messaggio alle alberature da loro piantumate; Iren, per l’installazione del Fontanone di Acqua Pubblica all’interno del parco durante tutta la giornata. Fra i sostenitori dell’iniziativa anche: Wwf, Fiab-Tuttinbici, Uisp, Lilt, Un Punto Macrobiotico, I Medici per l’Ambiente e alcuni Istituti scolastici.