Ospedali aperti, Bonaccini: “Basta improvvisazioni”

Il sarcasmo del governatore uscente dopo la gaffe della Borgonzoni: "Informo la cittadinanza che in Emilia-Romagna anche questo fine settimana il servizio sanitario sara' attivo, efficace ed efficiente come sempre"

REGGIO EMILIA – “Informo la cittadinanza che in Emilia-Romagna anche questo fine settimana il servizio sanitario sara’ attivo, efficace ed efficiente come sempre”. E’ con questa “comunicazione di servizio”, come scrive ironicamente lui stesso, che il governatore Stefano Bonaccini replica alla sua sfidante, la leghista Lucia Borgonzoni.

Ieri sera, dal palco del PalaDozza, la candidata del Carroccio ha infatti promesso che, tra i primi provvedimenti che adottera’ nel caso venga eletta, ci sara’ anche l’apertura degli ospedali “di notte, il sabato e la domenica come in Veneto”. Frase che, gia’ nei commenti al post su Facebook che riporta le sue parole, sta facendo guadagnare a Borgonzoni diversi commenti di scherno. E ora Bonaccini rincara la dose.

“Salvini, non essendo di questa Regione, puo’ certamente non saperlo e voglio quindi tranquillizzarlo – scrive il presidente, sui social – puo’ tranquillamente continuare a venire qui per il suo tour elettorale fuorisede. In caso di necessita’, sara’ sempre trattato con estrema cura dai nostri servizi, che sono al vertice di tutte le classifiche nazionali, come ha certificato il suo Governo pochi mesi fa, quando lui era ministro”.

Al contrario, affonda il colpo Bonaccini, “piu’ preoccupante che a non sapere queste cose sia la mia sfidante: se ti candidi a presidente qualcosa devi prima impararlo. L’Emilia-Romagna e’ una grande Regione che non merita improvvisazione”, chiosa il governatore.