Offerta Ferrarini, il M5S: “Preservare i posti di lavoro”

Il deputato Davide Zanichelli: "La Lega si sveglia solo ora, ma il ministero dello Sviluppo economico ha gia' convocato, a ottobre, un tavolo per il 12 novembre"

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – “L’offerta della cordata guidata da Banca Intesa sulla Ferrarini e’ sintomo che la parte gestionale dell’impresa reggiana e’ positiva e genera utile. È la gestione finanziaria che ha i problemi derivanti dal crac delle banche venete, rilevate poi da Banca Intesa nel 2017, di cui sappiamo tutti le cause”.

Cosi’ il deputato reggiano Davide Zanichelli (M5s) dopo l’offerta su Ferrarini ieri guidata dal gruppo Bonterre-Grandi Salumifici Italiani, con Banca Intesa, che punta all’affitto del ramo d’azienda. La palla passa al tribunale, “ma le valutazioni devono considerare come strategici gli stabilimenti produttivi reggiani e dell’indotto che devono essere assolutamente preservati”, osserva il parlamentare ricordando che segnalera’ all’attenzione ministeriale “gli 800 lavoratori e la loro prospettiva futura”.

Zanichelli conclude rivolgendosi “alla Lega che si sveglia solo ora e chiede che il Governo si interessi: beh, se non se n’e’ accorta, il ministero dello Sviluppo economico ha gia’ convocato, a ottobre, un tavolo per il 12 novembre”.

Più informazioni su