Minaccia di prendere a fucilate il vicino di casa: denunciato

Minaccia l’accusa mossa a un siciliano 60enne dai carabinieri di Castelnovo Sotto che gli hanno sequestrato i fucili e le cartucce che deteneva a casa

CASTELNOVO SOTTO (Reggio Emilia) – Rapporti di vicinato a dir poco burrascosi quelli tra i vicini di una frazione di Castelnovo Sotto. Scatti d’ira che sarebbero culminati addirittura con gravi minacce che hanno visto l’intervento dei carabinieri della stazione locale che hanno denunciato un 60enne siciliano del paese per minacce.

All’uomo i carabinieri hanno anche sequestrato un fucile automatico cal. 12, una carabina ad aria compressa e una settantina di cartucce cal. 12. “Stai lontano dalla mia proprietà perché se ti rivedo ti prendo a fucilate”, avrebbe detto l’uomo a un 50enne. Alla base della grave intimidazione vi sarebbe la pulizia di un canale di scolo, confinante con la proprietà del 60enne, fatta proprio dal 50enne.

Insomma anziché sentirsi dire grazie per l’iniziativa, peraltro fatta su richiesta di un’altra vicina, si è sentito minacciato. E’ successo il pomeriggio del 26 ottobre scorso: il 50enne era nel giardino di casa insieme alla compagna quando è stato raggiunto dal 60enne che, relativamente alla pulizia di un canale di scolo, confinante con il suo terreno eseguita dal 50enne, l’ha invitato a stare lontano dalla sua proprietà. Il diverbio che ne è seguito, avrebbe visto il 60enne minacciare di prendere a fucilate il vicino.

La compagna del 50enne, che era presente, ha chiamato i carabinieri della stazione di Castelnovo Sotto che sono arrivati sul posto e sono andati nell’abitazione del 60enne dove hanno sequestrato un fucile da caccia cal. 12, una carabina ad aria compressa e 73 cartucce cal. 12. Armi che, sebbene regolarmente detenute, sono state sequestrate, perché erano state denunciate a Reggio Emilia dove il 60enne aveva vissuto, ma non ai militari di Castelnovo Sotto.

Il 60enne è stato denunciato per minaccia mentre le armi gli sono state sequestrate. I militari hanno anche avviato, a carico del 60enne, l’iter amministrativo relativo alla proposta, inoltrata alla prefettura, del provvedimento di divieto di detenzione di armi, munizioni e materiale esplodente che presto potrebbe essere emesso nei suoi confronti.