Maltempo, black out elettrico e telefonico a Villa Minozzo e Ventasso

I leghisti Corti e Delmonte: "Oltre 1700 utenze in tilt, disagi alla circolazione e strade che a causa della scarsa manutenzione, nonostante la pulizia divengono non percorribili"

REGGIO EMILIA – “Frassinoro, Palagano, tutte le frazioni e ancora i Comuni di Ventasso, Villa Minozzo e molte località della Val Dolo e Dragone sia nel versante modenese che reggiano sono da questa notte senza energia elettrica e anche la copertura Gsm non è stata tuttora sistemata”.

La denuncia arriva dal senatore della Lega Nord modenese Stefano Corti e dal consigliere regionale leghista reggiano Gabriele Delmonte che scrivono: “E’ inconcepibile pensare che 20 centimetri di neve, o poco più, isolino una intera fetta di montagna. Enel sta procedendo alla riparazione del guasto ma questo episodio testimonia il modo in cui il nostro Appennino viene costantemente trascurato da chi è chiamato a tutelarlo e amministrarlo”.

Scrivono i due politici: “Oltre 1700 utenze in tilt, disagi alla circolazione e strade che a causa della scarsa manutenzione, nonostante la pulizia divengono non percorribili: vivere in montagna appare sempre più come un atto eroico e la colpa è evidentemente di chi in tanti anni, a partire dalla Regione Emilia Romagna, ha consentito questo scempio. Una regione che ha approvato la chiusura dei punti nascita a Pavullo e Castelnovo nè Monti, che non finanzia le Province per la normale manutenzione viaria e che a ridosso del voto si sveglia e annuncia di tagliare l’Irap per le imprese montane”.

E concludono: “Qui se non si pensa a un piano straordinario per il nostro Appennino ad essere tagliate definitivamente fuori saranno le comunità di montanari che nonostante tutto resistono. La Lega è sempre stata dalla loro parte e potrà fare ancora di più quando, dal 26 gennaio, sarà alla guida delle Regione Emilia Romagna”.