Layla Yusuf riceve a Montecitorio il premio donna italiana dell’anno

All'attivista reggiana premio nazionale che assegna riconoscimenti a figure femminili di alto profilo per capacità, competenze, determinazione e sensibilità nel raggiungimento degli obiettivi della loro vita

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Si è svolta il 6 novembre scorso a Roma in Sala della Regina a Montecitorio la V edizione dell’International Standout Woman Award. Il premio nazionale che assegna riconoscimenti a figure femminili di alto profilo per capacità, competenze, determinazione e sensibilità nel raggiungimento degli obiettivi della loro vita.

Tra le donne premiate la reggiana Layla Yusuf. Originaria della Somalia, nata a Mogadiscio e ex-docente della università Nazionale Somala, laurea magistrale in Chimica Industriale con specializzazione in “Tecnologia dei materiali”. E’ attivista di varie associazioni, come “Women of Mediterranean East and South European Network” sostenuto dalla Regione Emilia Romagna che promuove associazioni di donne che lottano per far sentire la propria voce sulla emancipazione, partecipazione politica e si impegnano contro la violenza di genere.

Dopo l’apertura della cerimonia, affidata all’On. Rossello, è seguito l’intervento della Consigliera di Parità nazionale Francesca Cipriani e Beau Toskich ha illustrato le ragioni per le quali una società non può rinunciare a valorizzare i talenti femminili. La giornalista Anna Maria Gandolfi ha coordinato i lavori. Christiana Ruggeri, giornalista Tg2, ha letto le motivazioni dei 21 premi e l’assegnazione del premio Standout Man Award a due uomini che in diversi modi sostengono le donne, il Dr. Enrico Cassano – Direttore della Divisione di Radiologia Senologica, dell’Istituto Europeo di Oncologia di Milano – e Matteo Scarpa, vice allenatore della Juventus femminile vincitrice di due scudetti e una Coppa Italia.

Oltre a Layla Yusuf sono state premiate come donne meritevoli: Bacco Olivia, Bartolini Tiziana, Bellomia Valeria, Cirimbilli Luisa, Colecca Maria Vincenza, D’Ambrosio Maria, Ferri Mariarita, Foti Pina, Daniela Lucangeli, Agethe Nanga, Parente Silvia, Petrone Rosa, Piva Pezzato Maria Laura, Porcari Serena, Starace Marina,Asta Margherita, Terrones Castro Reyna, Velardi Paola, Mohamud e Sorgato Valentina.

Più informazioni su