Impianto biogas di Gavassa, via libera della Regione

La giunta ha approvato una delibera che dà il via libera all'impianto. "Garantito ampiamente il diritto di partecipazione dei Comitati e delle altre organizzazioni"

REGGIO EMILIA – La giunta regionale ha dato il via libera, con una delibera di giunta, all’impianto a biogas di Gavassa. Lo ha fatto nella seduta del 22 novembre scorso approvando quindi il progetto e le questioni legate alla compatibilità ambientale.

La realizzazione dell’impianto da parte di Iren, lo ricordiamo, è fortemente contestata dai Comitati di cittadini della frazione reggiana che temono ripercussioni pesanti sul traffico e pongono questioni di compatibilità ambientale, soprattutto considerando che nella zona si produce foraggio per il Parmigiano Reggiano.

La multiutility e i sostenitori del progetto, fra cui gli enti locali interessati, ribattono invece che dopo tutta una serie di analisi, non ci sarebbero problemi per il re dei formaggi e che l’impatto ambientale verrebbe ridotto dal ridimensionamento dell’impianto.

Inoltre sostengono che la struttura è necessaria per smaltire il rifiuto residuo e che l’impianto produce energia pulita trasformando la frazione organica del rifiuto solido urbano in energia rinnovabile, ovvero biometano quale prodotto finale di un processo che consente di ricavarlo dal biogas. Inoltre si produrrebbe compost di qualità che potrebbe essere usato senza problemi per concimare i campi che producono il foraggio.

I comitati hanno anche lamentato di essere stati poco coinvolti e hanno sostenuto che gli enti locali non avrebbero mai avviato un vero e proprio confronto con i cittadini. Ma la Regione, negli atti che allega alla sua delibera, richiama il fatto “di aver garantito ampiamente il diritto di partecipazione dei Comitati e delle altre organizzazioni, ovvero cittadini portatori di interessi pubblici previste dalla normativa di riferimento”.