Finalmente domenica: Pino Arlacchi racconta la vita di Buscetta

Domenica alle 11, nella sala degli Specchi del Valli, lo scrittore presenta il suo libro "Addio Cosa nostra"

REGGIO EMILIA – Finalmente Domenica del 17 novembre porta alla Sala degli Specchi del Teatro Municipale Valli (ore 11) Pino Arlacchi, profondo conoscitore dei fenomeni internazionali mafiosi e criminali, che presenta “Addio Cosa nostra”, Chiarelettere 2019, sulla vita di Tommaso Buscetta, il primo grande pentito mafioso, che ha rivelato a Falcone i misteri e le vicende di Cosa Nostra.

In dialogo con Mirco Carrattieri, Arlacchi racconterà la lunga vita del boss, fatta di illegalità, fughe, odio e pentimenti. Da Palermo all’America Latina, il contrabbando, le continue fughe in Messico, Svizzera, Canada, Stati Uniti (grazie anche a operazioni di chirurgia plastica), fino all’arresto, il carcere e la svolta che lo portò a diventare il primo grande pentito di mafia.

Una cavalcata di fatti e personaggi che incrocia vicende personali (il tentato suicidio, la morte di ben undici suoi parenti nella guerra tra mafiosi), grande criminalità e gli omicidi di Moro e Dalla Chiesa, e il ruolo di personaggi politici di primo piano.