Bagnolo Bene Comune: “Tolleranza zero contro il razzismo”

La lista civica critica le parole di Manfredini: "Nulla può attenuare o addirittura giustificare ululati e insulti a sfondo razzista"

BAGNOLO (Reggio Emilia) – “L’episodio accaduto ieri allo stadio “Fratelli Campari” di Bagnolo è grave. Per colpa di qualche irresponsabile, getta ingiustamente un’ombra disonorevole di razzismo sul nostro paese”.

La lista Bagnolo Bene Comune, che alle ultime elezioni aveva sostenuto il vicesindaco uscente Mara Bertoldi, commenta l’episodio di razzismo avvenuto ieri durante la partita Bagnolese-Agazzenese. Durante il match il portiere ospite, il senegalese Omar Daffe, ha ricevuto insulti razzisti dalle tribune e ha abbandonato il campo. Il match è stato sospeso.

Continua la lista: “Purtroppo, ad aggravare la situazione creata dagli insulti razzisti provenienti dalla tribuna ai danni del portiere ospite e culminata nella sospensione della partita, si è aggiunto un commento inopportuno e sbagliato di un dirigente della squadra bagnolese, Isacco Manfredini, (che vogliamo credere non rappresenti il pensiero della società). A lui diciamo con chiarezza che nulla può attenuare o addirittura giustificare ululati e insulti a sfondo razzista. Nulla c’entra un fallo di gioco, che per altro spetta all’arbitro rilevare ed eventualmente sanzionare. Dunque, non si puo minimizzare e allargare le braccia: al contrario, serve tollleranza zero verso i razzisti, dentro e fuori dagli stadi”.

E concludono: “Bagnolo Bene Comune sollecita l’impegno piú ampio – ciascuno nel proprio ruolo e secondo le proprie responsabilità – su questo fronte irrinunciabile di democrazia e di civiltà”.