Viale Umberto I, il Comune: “Siamo pronti al confronto”

L'assessore Bonvicini ai cittadini: "Taglio alberi solo nel 2020: parliamone"

REGGIO EMILIA – “Proseguire il confronto in atto su viale Umberto I, per ascoltare i cittadini che, preoccupati, si rivolgono all’assessorato chiedendo informazioni sul futuro delle nostre piante e’ un dovere cui non desideriamo sottrarci”.

Lo dice Carlotta Bonvicini, assessore all’Ambiente e Mobilita’ del Comune di Reggio Emilia in risposta all’associazione Reggio Citta’ Aperta. Oggetto del contendere le alberature del viale, che verra’ riqualificato nell’ambito del progetto “Ducato Estense”, con il taglio e la sostituzione di 134 esemplari.

Un cantiere pero’ “che non e’ comunque previsto prima del 2020”, sottolinea Bonvicini. Nel frattempo, aggiunge l’assessore, “riteniamo necessaria e proficua una ulteriore fase di analisi” sugli alberi. Per farlo l’esponente della giunta propone di “istituire un nuovo tavolo di lavoro costituito dai progettisti e dagli agronomi che hanno lavorato al progetto, il Comune ed il Consorzio Fitosanitario, che potra’ esprimere un parere formale sugli abbattimenti previsti”.

Inoltre “valutero’ la possibilita’ di convocare nuovamente anche la Consulta Verde, che si era gia’ espressa in modo formale e positivo sul progetto durante l’iter approvativo”. A valle di questo approfondimento analitico, assicura Bonvicini, “ci sara’ tutto il tempo per proseguire nel percorso partecipativo (gia’ iniziato l’anno scorso) con il coinvolgimento diretto dei portatori di interesse e una camminata collettiva per segnare insieme alla cittadinanza gli alberi oggetto di intervento”.

Dopo la riunione avuta ieri Reggio Citta’ aperta chiede risposte entro il 25 ottobre o “procederemo con una grande iniziativa pubblica e richiederemo perizie sugli alberi del viale”.