Tentato omicidio, il giudice lo libera: il questore lo espelle

Il 42enne Abidi Moncef era finito in manette con l'accusa di tentato omicidio di un connazionale durante una rissa avvenuta in via Paradisi

REGGIO EMILIA – Il magistrato libera un tunisino 42enne accusato di tentato omicidio, ma la questura ne dispone l’espulsione e lo accompagna al Cpr (Centro di permanenza per il rimpatrio) di Caltanissetta. Ieri il giudice monocratico, durante l’udienza di convalida dell’arresao, ha rilasciato, con il divieto di dimora nel Comune di Reggio, il 42enne Abidi Moncef, arrestato dagli agenti della squadra volante per una rissa avvenuta la notte precedente in via Paradisi e per il tentato omicidio volontario ai danni di un connazionale.

Il questore considerata la nota pericolosità dell’uomo, si è subito attivato facendo mettere al lavoro tutto il personale dell’ufficio espulsioni. Dopo una serie di attività stanotte, insime a 5 agenti di scorta, il 42enne è stato accompagnato all’aeroporto di Milano Malpensa ed imbarcato con i poliziotti su un volo Alitalia verso Palermo.

La questura di Caltanissetta, con altri operatori della polizia, li ha accolti all’aeroporto di Punta Raisi e accompagnati all’interno del Cpr di Caltanissetta. Gli uomini dell’ufficio immigrazione di Caltanissetta procederanno alla definitiva espulsione dello straniero dal territorio nazionale.