Tangenziale di Rubiera, scontro fra Marchi e Cavallaro

Il sindaco di Rubiera boccia ipotesi alternative, ma l'assessore del Comune di Reggio dice: "Il percorso va rivisto"

REGGIO EMILIA – E’ scontro aperto tra il Comune di Reggio Emilia e quello di Rubiera sul tracciato della nuova tangenziale che colleghera’ la citta’ del Tricolore a Modena (passando per la frazione di Bagno) per poi aggirare a sud il centro abitato di Rubiera alleggerendone il centro abitato dal traffico pesante.

Un obiettivo a cui il sindaco Emanuele Cavallaro non intende rinunciare, appellandosi allo stato di avanzamento dei progetti dell’opera – prevista da un piano urbanistico del 1999 – e bocciando ipotesi alternative che la farebbero ripartire da zero. Ieri in Consiglio comunale a Reggio Emilia, un comitato di residenti delle frazioni di Bagno e Corticella ha invece illustrato le ragioni che, secondo loro, giustificherebbero un nuovo percorso a nord di Rubiera.

Una posizione che per il vicesindaco Alex Pratissoli si puo’ valutare, mentre l’assessore comunale Daniele Marchi la sposa in pieno: “Non ci possiamo permettere di devastare chilometri di campo, vigne e campagna. Il tracciato va rivisto”, scrive Marchi su Facebook. Il prossimo confronto sulla tangenziale e’ gia’ fissato il 22 ottobre al ministero delle Infrastrutture.