Siria, in centinaia in piazza contro l’invasione turca foto

Lunedì il Pd porterà in consiglio comunale un documento d'urgenza per la fine della guerra mossa dall'esercito turco verso il Kurdistan Occidentale e per il riconoscimento del popolo curdo

REGGIO EMILIA – In 400 hanno partecipato ieri sera alla manifestazione, lanciata a livello nazionale e promossa a livello locale dalla “Rete reggiana per il Rojava”, indetta in sostegno dei curdi siriani attaccati dalla Turchia che ha invaso la parte nord est del paese. Un presidio particolarmente sentito dato che al popolo curdo è stata conferita nel 2016 la cittadinanza reggiana.

Alla manifestazione, che è partita da piazza Prampolini alle 19.30 per arrivare fino in piazza della Vittoria, hanno partecipato la Cgil e sindacalisti, Anpi, Arci, Legambiente, Partito democratico, Articolo Uno, Più Europa, Reggio È, Non una di meno, Casa Bettola, Aq 16. Erano presenti anche il sindaco Luca Vecchi, il deputato del Pd, Andrea Ross, alcuni assessori, molti consiglieri comunali e rappresentanti di tutti i partiti reggiani.

Lunedì il Pd porterà in consiglio comunale un documento d’urgenza “per la fine della guerra mossa dall’esercito turco verso il Kurdistan Occidentale e per il riconoscimento del popolo curdo”. I Dem locali chiedono che “il Governo italiano aderisca alle azioni intraprese dagli altri stati europei e cessi la vendita di armi alla Turchia”.