Sicurezza, denunce in calo del 12% in provincia

Il sindaco: "Una bella notizia". Reggio, nella classifica sulla sicurezza del Sole 24 Ore, si piazza al 32esimo posto in Italia. Peggio di noi, in Regione, Rimini, Bologna, Ravenna, Modena e Forlì-Cesena

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – La nostra provincia, secondo l’annuale classifica del Sole 24 Ore sulla sicurezza nelle province italiane, si piazza al 32esimo posto (ai primi posti ci sono le città dove vengono fatte più denunce ogni centomila abitanti, ndr). Prima in assoluto, in Italia, per il numero di denunce, è Milano con 7mila denunce ogni centomila abitanti. I dati si riferiscono al 2018.

Seguono Rimini (qui incide molto il numero esorbitante di turisti nel periodo estivo) e Firenze. Peggio di noi, in Regione, fanno, appunto, Rimini, Bologna, Ravenna, Modena e Forlì-Cesena. La nostra provincia si piazza 32esima, appunto, con 3.751 reati denunciati ogni centomila abitanti. E’ interessante notare che i reati, nel Reggiano, sono calati del 12,3% rispetto all’anno scorso e che questo è il terzo maggior calo in Italia negli ultim dodici mesi.

E’ bene sottolineare, comunque, che si parla di reati denunciati e quindi, magari, ci potrebbero essere realtà provinciali in cui vengono commessi anche più reati che, tuttavia, non vengono segnalati alle forze dell’ordine.

Ma vediamo nel dettaglio i reati denunciati nella nostra provincia. Siamo al 96esimo per tentati omicidi con tre denunce, al 28esimo per furti con strappo con 88 reati di questo tipo, mentre per i furti con destrezza siamo al 32esimo posto con 848 denunce. Passando ai furti in abitazione siamo invece al 27esimo posto con 2,205 segnalazioni alle forze dell’ordine, mentre passiamo al 47esimo posto per furti negli esercizi commerciali con 598 casi e al 62esimo per furti su auto con 250 denunce.

Le rapine nel 2018 sono state invece 158, il che ci piazza al 37esimo posto, mentre le estorsioni sono state 80, il che ci fa andare al 53esimo posto. Sono 4 le denunce per associazione a delinquere (36esimo posto), mentre sono 10 quelle per riciclaggio e impiego di denaro (51esimo posto). Per quel che riguarda le truffe e le frodi informatiche siamo al 95esimo posto in Italia con 1.211 casi, mentre ci classifichiamo al 99esimo posto per gli incendi dolosi. Infine siamo al 94esimo posto con 194 denunce per stupefacenti e al 42esimo per stupri con 42 casi.

Più informazioni su