S. Anna, resta chiuso il reparto degenza breve

Non ha riaperto dopo l'estate: doveva tornare operativo il primo ottobre. Il consigliere regionale leghista Delmonte: "Sia riattivato immediatamente"

CASTELNOVO MONTI (Reggio Emilia) – Chiuso in estate per consentire le ferie degli operatori sanitari avrebbe dovuto riaprire l’1 ottobre. Ma ad oggi il reparto di “degenza breve” dell’ospedale Sant’Anna di Castelnovo Monti – con nove posti letto per ricoveri limitati nel tempo – non ha ancora ripreso l’attivita’. Lo denuncia in un’interrogazione il consigliere regionale della Lega Gabriele Delmonte.

“Quando si ha a che fare con la tutela della salute dei cittadini, tergiversare e’ fuori luogo: occorrono risposte certe, chiare e puntuali. Pertanto non e’ accettabile che il reparto sia ancora chiuso e non si sappia nulla ne’ dei motivi ne’ della tempistica relativa alla sua riapertura”, dice Delmonte.

Che chiede poi anche “come sia stato riallocato il personale medico e infermieristico che operava nel reparto ad oggi, incomprensibilmente, chiuso”. L’esponente del Carroccio prosegue sottolineando: “Dopo la definitiva chiusura del Punto nascite avvenuto lo scorso anno, il Sant’Anna rischia di perdere un altro pezzo e questo non e’ tollerabile da parte dei cittadini dell’Appennino, che nei fatti, stante questa seconda chiusura improvvisa, possono a buon diritto lamentarsi di essere considerati di serie B”.

Pertanto “occorre che la Regione si attivi quanto prima non solo per scongiurare la chiusura del reparto, quanto per la sua riattivazione immediata”. Anche perche’, conclude Delmonte, “un’eventuale non riapertura significherebbe un nuovo passo verso un lento smantellamento” della struttura ospedaliera di Castelnovo, che costituisce “il principale nosocomio della montagna reggiana e il punto di riferimento sanitario per decine di migliaia di persone”.