Reggio Emilia, dove andare nel fine settimana

Gli appuntamenti in città e in provincia di venerdì, sabato e domenica

REGGIO EMILIA – Fine settimana ricco di appuntamenti in città e provincia. Pubblichiamo un elenco dei principali eventi ricordandovi che la data di pubblicazione è quella di venerdì 11 ottobre e che gli eventi vanno fino a domenica 13 ottobre.

Città

Giornate Fai: Tornano anche a Reggio Emilia le Giornate FAI d’Autunno, evento nazionale della Fondazione giunto alla sua VIII edizione, venerdì 11, sabato 12 e domenica 13 ottobre. Questo il programma delle aperture reggiane: Venerdì 11 ottobre – ore 19.00 – 22.00 Basilica della Ghiara (Tutti i visitatori, con corsie preferenziali per aderenti FAI) Apprendisti Ciceroni® Liceo Ariosto-Spallanzani. Museo della Ghiara e Mostra dei Paramenti (Solo aderenti FAI). Scalone d’onore e Sala da pranzo del Palazzo Ducale (Solo aderenti FAI) Apprendisti Ciceroni® Liceo Chierici. Sabato 12 ottobre – ore 10.00 – 16.00 (orario continuato) Chiesa di San Giovannino (Tutti i visitatori, con corsie preferenziali per aderenti FAI) Apprendisti Ciceroni® Istituto Motti. Sabato 12 ottobre – ore 19.00 – 22.00. Basilica della Ghiara (Tutti i visitatori, con corsie preferenziali per aderenti FAI) Apprendisti Ciceroni® Liceo Ariosto-Spallanzani. Museo della Ghiara e Mostra dei Paramenti (Solo aderenti FAI). Scalone d’onore e Sala da pranzo del Palazzo Ducale (Solo aderenti FAI) Apprendisti Ciceroni® Liceo Chierici. Domenica 13 ottobre – ore 10.00 – 16.00 (orario continuato) Chiesa di San Giovannino (Tutti i visitatori, con corsie preferenziali per aderenti FAI) Apprendisti Ciceroni® Liceo Moro

Circolo Pigal: il Circolo Arci Pigal ha organizzato per venerdì sera (ore 20.30) la cena “Fiori e erbe nel piatto” cucinata dagli stessi chef del Circolo. Le cena da otto portate con vino, bevande e liquori ha un costo di 24 euro a persona e si svolgerà nel salone delle feste di via Petrella 2. Non occorre la tessera Arci per partecipare, ma è consigliato prenotare chiamando il circolo (0522/421864) oppure il 366/3465465 (Cinzia).

Casa delle Sementi: a cena con la scrittrice. Sabato sera alla Casa delle Sementi in via Arcipretura 4/A. Alle 20.30 l’autrice Alice Basso è l’ospite d’onore, chiamata a presentare “Un caso speciale per la ghostwriter” (Garzanti), quinto capitolo della saga di Vani Sarca, ghostwriter dark suo malgrado coinvolta nelle indagini del commissario Berganza. Al termine si cena. Il dialogo sarà condotto da Francesca Codeluppi. I posti a cena sono limitati: prenotazione obbligatoria al 375/ 5499669.

Provincia

Albinea: come da tradizione, domenica, il circolo Bellarosa organizza la “Festa d’autunno”. Il via sarà alle 10 con la colazione, seguita alle 12,30 dal pranzo a base di polenta, baccalà e tanto altro ancora. Nel menù sono previste anche opzioni adatte ai vegani. Il clou della festa sarà alle 15,30 con la seconda sfilata canina. Poi ancora, gnocco fritto, torte, sughi d’uva e tante prelibatezze. Per il pranzo, è obbligatoria la prenotazione al numero 3381194397.

Albinea: torna domenica la “Mangialonga” albinetana. Il ritrovo è fissato alle 9.15 in piazzale Lavezza, dove prenderà il via una passeggiata tra le colline albinetane, pensata per far conoscere paesaggi, colori e profumi del territorio. Ad accompagnare i partecipanti, gli esperti degli Amici Cea di Albinea. Alla partenza in piazzale Lavezza si farà colazione. Si arriverà poi al castello di Montericco per una merenda mentre per il pranzo a buffet si dovrà raggiungere Cà del Monte di Borzano.Quarta tappa sarà la sede del Ceas di Borzano per un altro spuntino. Si chiude al parco della parrocchia di San Gaetano dove si potranno gustare gnocco, salume e tigelle, pasto non compreso nella quota d’iscrizione

Poviglio: sabato e domenica torna la fiera d’ottobre di Poviglio, il cui vasto programma proseguirà fino a fine mese, toccando il proprio culmine nell’imminente fine settimana con un’intensa “due giorni” che avrà al suo interno – oltre all’inaugurazione di un’importante opera pubblica come la ciclopedonale San Sisto-La Noce – anche street food in centro storico e musica anni 70-80-90 con dj Pier. Una delle novità di questa edizione sarà l’aumento della presenza in centro storico, da uno a due giorni, degli espositori enogastronomici che mostreranno al pubblico le proprie produzioni.

Reggiolo: da venerdì a domenica il parco dei Salici ospiterà una tre giorni pensata per gli appassionati di cucina tradizionale e in particolare di pasta: al centro dell’iniziativa i maccheroni al torchio e i bigoli. Il ricavato verrà devoluto in beneficenza. Nelle strutture coperte e riscaldate del Parco si potrà mangiare nelle tre serate sempre dalle 19.30, e domenica anche a pranzo dalle 12. Il menù prevede la possibilità di scegliere fra una serie di proposte, per mangiare in self service. Ogni piatto costa 5 euro. In menù bigoli e sardelle, bigoli alla carbonara, bigoli all’amatriciana, bigoli porcini e spalla di San Secondo, maccheroni con zucca, radicchio e speck con carne e funghi o ancora allo stracotto.

Fabbrico: venerdì sera alle 21 al teatro Pedrazzoli di Fabbrico (con repliche domani e domenica) arriva il debutto assoluto della nuova versione de “Il borghese gentiluomo” di Molière affidato ad un volto notissimo dello spettacolo italiano, Vito, nome d’arte del bolognese Stefano Bicocchi.

Correggio: venerdì 11 e sabato 12 ottobre (ore 21) si apre la stagione di prosa del Teatro Asioli di Correggio con “Il silenzio grande”, il nuovo spettacolo di Alessandro Gassmann scritto da Maurizio De Giovanni e interpretato da Massimiliano Gallo, Stefania Rocca, Monica Nappo, Paola Senatore, Jacopo Sorbini. Lo spettacolo, dopo il grande successo di pubblico e critica ottenuto nel debutto estivo al Napoli Teatro Festival, viene riallestito e provato al Teatro Asioli, da cui parte la sua tournée nazionale.

Carpineti: domenica torna la festa della castagna di Marola. Se l’apertura della festa con i suoi mercatini è fissata per le 10, la prima padellata di caldarroste sarà pronta alle 11 mentre gli stand gastronomici con piatti tipici della cucina montanara inizieranno a servire dalle 12. L’inaugurazione ufficiale è fissata poi alle 15 alla presenza delle autorità che taglieranno anche il nastro del nuovo impianto di illuminazione di via Canova, progetto finanziato dal Comune di Carpineti e dalla Promarola. A sfilare per le vie del paese sarà poi la Banda di Felina diretta dal maestro Davide Castellari che proporrà un allegro programma di brani popolari. L’ultima corsa del “Marola Express” delle 18.30 anticiperà la chiusura della festa fissata per le 19. Si replica domenica 20 e 27.