Reggiana, solo un pareggio con il Gubbio: 1-1

Prestazione incolore dei granata: al vantaggio di Zanoni risponde la colonna portante Marchi

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – La Reggiana non riesce ad agguantare la vittoria davanti a quello che il tecnico Alvini ha definito un degno avversario, ma che è pur sempre una squadra di bassa classifica. Un pareggio che deriva da qualche errore di troppo in fase di rifinitura. Al vantaggio di Zanoni risponde la colonna portante Marchi.

Primo tempo
Ancor prima del calcio d’inizio è stato osservato un minuto di silenzio per ricordare la figura di Giorgio Squinzi (amministratore unico di Mapei, nonchè patron del Sassuolo) scomparso in settimana dopo una lunga malattia. Tornando alle gesta sportive, la Reggiana scende sul terreno del Città del Tricolore indossando la divisa del centenario, menre il Gubbio abbina una t-shirt bianca a calzoncini neri. La compagine di casa prova ad imporre il proprio ritmo di gioco, ma la diga eretta dal centrocampo umbro diviene impenetrabile.

Tavernelli prova a colpire dalla distanza, risponde con i pugni l’estremo difensore granata. Al trentanovesimo muta il corso del match: Zanoni, complice un intervento scomposto di Narduzzo, insacca di testa la rete del momentaneo vantaggio. Si accendono gli animi in campo a fronte di interventi al limite della sanzione disciplinare. Nei minuti finali della prima frazione di gioco Cesaretti, servito al bacio da Bangu, spedisce sul fondo il possibile raddoppio.

Secondo tempo
Lo scontro diviene infuocato e il direttore fatica nella gestione della propria mansione. Da annotare sul taccuino il goal annullato a Varone pescato in offside dall’assistente di linea. Poi… a dare una svolta al match provvede Marchi il quale, ricorrendo alla sua arma letale, ovvero il colpo di testa, pareggia i conti. Si prospetta un’altra partita. Il tecnico Alvini macina chilometri nell’area tecnica nell’intento di spingere i suoi alla vittoria. Ancora Marchi prova ad andare a bersaglio, ma la sua conclusione di testa sfila alta sulla traversa. C’è spazio per vedere Maini espulso per somma di ammonizioni. Un punto accolto con un applauso sia dal Gruppo Vendelli sia dalle Teste Quadre.

Il tabellino

REGGIANA – GUBBIO: 1 – 1

Marcatori: 39’ Zanoni (G), 58’ Marchi (R).

REGGIANA (3-4-1-2): Narduzzo; Costa, Rozzio, Spanò; Libutti (dal 85’ Radrezza), Espeche (dal 62’ Kargbo), Varone, Favale (dal 63’ Santovito); Staiti (dal 71’ Zanini), Rossi; Marchi. A disposizione: Voltolini, Martinelli, Haruna, Kirwan, Muro. Allenatore: Alvini.

GUBBIO (4-3-3): Ravaglia; Zanoni, Bacchetti, Benedetti, Maini; Tavernelli (dal 85’ Meli), Sbaffo, Bangu (dal 68’ Lakti); Cesaretti (dal 77’ Konatè), Cinaglia, De Silvesro (dal 69’ Sorrentino). A disposizione: Zanellati, Munoz Benavides, Battista, Ricci, Malaccari, Filippini. Allenatore: Guidi.

Arbitro: Michele Giordano sez. di Novara (Assistenti: Massimo Salvalaglio sez. di Legnano, Riccardo Vitali sez. di Brescia)

Note – Espulso: Maini. Ammoniti: Benedetti, Bangu, Cinaglia, Ravaglia. Angoli: 8 – 4. Recupero: 1’ pt. – 5’ st.

Più informazioni su