Minori, Pagano (Pd): “Il caso Bibbiano sta azzerando il sistema affidi”

Il Dem cita Avvenire e dice: "Nessuno vuole più bambini, è colpa della destra"

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Nuovo scontro sul caso Bibbiano. Il deputato del Partito democratico Ubaldo Pagano, citando un articolo di ‘Avvenire’, denuncia come “la grave campagna di propaganda politica sul caso Bibbiano sta azzerando l’intero sistema nazionale degli affidi”.

Occorre quindi, prosegue Pagano, “un intervento straordinario per salvare una struttura assistenziale che serve innanzitutto ad andare incontro ai piu’ fragili e che non puo’ essere smantellata per l’inaccettabile condotta di alcuni, che deve essere perseguita dai magistrati”.

Di mezzo, sottolinea il dem “ci vanno i bambini, ci vanno le situazioni davvero critiche che richiedono l’affidamento familiare o l’affido a comunita’, case famiglia e altre strutture di accoglienza”. Pagano si rifa’ quindi all’articolo del quotidiano cattolico, che lancia l’allarme sull’impossibilita’, in tutta Italia, di trovare famiglie affidatarie per i minori, mentre sugli assistenti sociali ci sarebbe “un clima da caccia alle streghe e, in alcuni casi, di vera e propria aggressione”.

Pagano riconduce la situazione anche alla “spregiudicata campagna di Salvini, della Meloni e della destra, smentita in maniera plateale dai numeri del tribunale dei Minori di Bologna che hanno certificato che ‘il sistema e’ sano’ e chi ha frodato verra’ perseguito”.

Per propaganda politica, continua il parlamentare Pd, “e’ stata strumentalizzata un’inchiesta che riguarda un preciso gruppo di indagati, generalizzando e usando il lavoro dei magistrati con l’intenzione, peraltro totalmente infondata, di colpire il Partito democratico”. La conseguenza, conclude Pagano, “e’ che ora a pagare saranno i piu’ piccoli, coloro che si trovano in situazioni davvero difficili e hanno bisogno di aiuto”.

Più informazioni su