La Dama del Correggio è tornata a casa foto

E' arrivato dal museo Ermitage di San Pietroburgo uno dei capolavori del Rinascimento, il "Ritratto di giovane donna" del Correggio, che sarà esposto dal 24 ottobre all'8 marzo ai Chiostri di San Pietro

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – E’ arrivato dal museo Ermitage di San Pietroburgo uno dei capolavori del Rinascimento, il “Ritratto di giovane donna” del Correggio, che sarà esposto dal 24 ottobre all’8 marzo ai Chiostri di San Pietro a Reggio Emilia. L’opera giunge in prestito in una delle terre di elezione dell’artista reggiano, a cinque secoli dalla sua esecuzione, attorno al 1520, grazie a un accordo firmato dalla città emiliana e dalla Fondazione Palazzo Magnani con l’istituzione russa.

L’esposizione consentirà anche di riprendere lo stato dell’arte sui molti aspetti ancora incerti che caratterizzano il dipinto: il nome della persona ritratta, l’interpretazione dei segni e dei simboli che la ornano, le finalità per cui fu dipinta. L’appartenenza della giovane donna a un rango elevato è dimostrata da una citazione dell’Odissea che corre lungo il bordo della tazza d’oro nelle mani della ragazza e dalla composta eleganza degli abiti, dalla sobria presenza di gioielli, dall’elaborata decorazione dell’acconciatura.

“L’esposizione della Giovane donna – afferma il Presidente della Fondazione Palazzo Magnani Davide Zanichelli – consentirà di riprendere anche lo stato dell’arte sui molti aspetti ancora incerti che caratterizzano il dipinto: il nome della persona ritratta, l’interpretazione dei segni e dei simboli che la ornano, le finalità per cui fu dipinta. Tutto ciò contribuirà a rendere ancora più coinvolgente l’esposizione di uno dei grandi capolavori della ritrattistica rinascimentale, equiparabile ai grandi ritratti di Leonardo e di Raffaello”.

“Con questo Ritratto di giovane donna, Reggio Emilia – ha detto il sindaco Luca Vecchi – ripropone al pubblico, nella formula efficace del ‘pièce unique’, l’arte impareggiabile e la cifra antropologica del ‘suo’ Correggio, genio del Rinascimento. E questo avverrà in un contesto architettonico d’eccezione, frutto dell’impronta di un altro artista rinascimentale assoluto, quale fu Giulio Romano. Parliamo del contesto dei Chiostri benedettini di San Pietro, di recente oggetto di restauro e recupero funzionale su impulso di Comune e Sovrintendenza, ‘display’ culturale per la prima volta chiamato a ospitare un capolavoro della pittura di questo rilievo”.

Informazioni utili

Dal 24 ottobre 2019 all’8 marzo 2020
Chiostri di San Pietro
via Emilia 44 – Reggio Emilia
Orari: da martedì a venerdì, 10-13 / 15- 19; sabato, domenica e festivi, 10- 19
Biglietto: 5 euro
Info: +39 0522 444446
info@palazzomagnani.it; www.palazzomagnani.it

Più informazioni su